Quantcast

“I Mandanti”.Alex Boschetti presenta il podcast sulla strage alla stazione di Bologna

Più informazioni su

    Si avvicina il 2 agosto, una data dolorosa per Como che ricorda la famiglia Mauri perita nella strage della stazione di Bologna. Quest’anno gli amici della famiglia che, da sempre, fanno in modo che la memoria dei Mauri e delle altre 82 vitime non venga persa, faranno sparare tre colpi di cannone alle 10.25 (ora dello scoppio della bomba il 2 agosto 1980), uno per Carlo, uno per Anna Bosio e uno per il loro figlio Luca di 6 anni. Chiunque può fermarsi per strada e riflettere su un vigliacco attacco alle istituzioni che ha spazzato via vite innocenti.

    Su quella tragica pagina della storia d’Italia aleggiano ancora molti dubbi e bene vengano nuove iniziative che vadano alla ricerca della verità. Domenica 1° agosto alle 19.30 nel dehor del chiosco Frida nel Parco, all’interno del parco della Montagnola di Bologna (via Irnerio 2/4), verrà presentato il podcast “La strage di Bologna. I Mandanti” di Alex Boschetti, alla presenza dell’autore, di Cinzia Venturoli, Agide Melloni e Paolo Bolognesi, con l’amichevole partecipazione di alcuni membri dell’Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 Agosto 1980. Modera la giornalista Andreina Baccaro.
    Durante la presentazione verrà mostrata in anteprima su maxischermo una puntata del lavoro realizzato anche sotto forma di documentario, che raggruppa alcune delle interviste registrate per i podcast.

    L’idea del podcast è nata in concomitanza con l’importante processo iniziato il 16 aprile scorso, il cui obiettivo cruciale è quello di individuare mandanti, fiancheggiatori e finanziatori della strage.
    Da questa motivazione e con l’auspicio che si giunga finalmente ad una completa verità è nato il podcast attraverso il quale – in una scansione di sette puntate – Boschetti ragionerà con vari ospiti e testimoni: da Carlo Lucarelli a Cinzia Venturoli, da Benedetta Tobagi a Paolo Lambertini; un’altra voce sarà quella di Agide Melloni, l’autista dell’autobus 37 ormai simbolo della strage. L’attrice Micaela Casalboni leggerà alcune testimonianze in apertura e chiusura di ogni puntata.

    A corredo delle voci anche immagini fornite dall’Associazione tra i familiari delle vittime della strage
    alla stazione di Bologna del 2 Agosto 1980. Queste immagini, montate insieme al prezioso lavoro scaturito dalle interviste, ha dato origine anche ad un documentario in più puntate di cui verrà trasmesso uno stralcio in anteprima durante la serata.

     

    Più informazioni su