Quantcast

Un commovente Ruta: bronzo che vale a Tokyo e dedica speciale al lago ferito foto

Il vogatore di Gravedona, in coppia con Oppo, porta a casa un terzo posto importante. La sua emozione post-gara:"Mi godo questa medaglia che ti cambia la vita...."

Medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Tokyo per il comasco e dedica al nostro territorio, cui è profondamente legato, devastato dall’alluvione in queste ore. Il bravo va a Pietro Willy Ruta, terzo con Stefano Oppo nella finale del doppio pesi leggeri maschile di canottaggio. Ruta è nato e cresciuto a Gravedona L’equipaggio azzurro ha lottato duramente con Irlanda (prima) e Germania (seconda) portando a casa un bronzo storico.

pietro willy ruta canottaggio medaglia di bronzo con Oppo olimpiadi di tokyo due senza

 

LE SUE DICHIARAZIONI DOPO LA GARA: DEDICA AL LAGO

Torno a casa con il bronzo olimpico dopo un percorso lungo e pieno di insidie, nel corso del quale non ho mai smesso di credere a ciò che volevo ottenere, anche nei peggiori momenti. Ho fatto molte esperienze, gareggiato ovunque nel mondo, e alla fine di questo cammino ho coronato il mio sogno. Ancora non ci credo, tocco in continuazione la medaglia per realizzare cosa è successo. Con Stefano abbiamo vendicato il quarto posto di Rio, avevamo delle aspettative per quella finale, poi andò come andò. Oggi invece tutto è andato perfettamente, abbiamo avuto anche un po’ di fortuna, e adesso mi godo questa medaglia, che ti cambia la vita.

Per quanto riguarda la gara, avremmo voluto attaccare di più Irlanda e Germania, ma la nostra corsia era molto disturbata, il vento era pericoloso e viste anche le molte cose accadute nelle gare di ieri, che nel bene e nel male ci hanno interessato, abbiamo preferito gestire il percorso, perché questo lago non permette errori. Dedico questa medaglia alla zona del lago di Como, per quello che sta passando, e alla mia società, cui ho finalmente regalato questo risultato”.