Quantcast

La Pallacanestro Cantù sceglie il giovane talento russo cresciuto nel vivaio Pgc: Ilia Boev foto

Il ragazzo, di passaporto italiano, emozionato e contento:"Un progetto che mi affascina. Pronto a dare sempre il massimo se verrò chiamato in causa"

La Pallacanestro Cantù continua la costruzione del rooster per la nuova stagione agonistica in serie A2: oggi ingaggiato il centro russo di nazionalità  italiana Ilia Boev, 208 cm per 110 chili. Nato a Oryol il 12 gennaio 2001, formatosi nel vivaio canturino del PGC, Boev ha firmato un contratto che lo legherà alla S.Bernardo-Cinelandia Park per le prossime tre stagioni. Aggregato più volte in passato al roster della Serie A, con cui ha svolto alcuni scrimmage e numerosi allenamenti, Boev farà il suo esordio ufficiale in Prima Squadra nella stagione 2021-’22.

 

La scheda

Lungo di stazza ma dotato di ottima mobilità, Ilia fa della fisicità e dell’atletismo le sue armi migliori. Nonostante la giovane età, Boev sa farsi valere nel pitturato sia in attacco che in difesa e, con la sua taglia fisica, è una presenza costante a rimbalzo.

La carriera

Pur iniziando tardi a giocare a basket, le sue capacità tecniche colpiscono fin da subito lo staff del Progetto Giovani Cantù, che sceglie, nell’estate del 2017, di investire su di lui portandolo in foresteria direttamente dalla natia Russia. A causa di un brutto infortunio, il percorso cestistico del giovane russo subisce un rallentamento proprio nel momento in cui sembrava potesse “esplodere”. Con dedizione e tenacia, tuttavia, la crescita di Boev prosegue spedita e i progressi compiuti lo portano con merito a debuttare in Serie C Gold con il Team ABC Gorla, con cui maturerà esperienza anche nelle annate successive. Nel 2020 si trasferisce in prestito alla Robur et Fides, formazione di Varese partecipante al campionato di Serie B. In maglia varesina disputa un’ottima regular season da 4.2 punti e 7.1 rimbalzi di media. Chiude l’anno giocando 22 gare totali con un buon impatto per un esordiente, contribuendo alla salvezza del club.

fabrizio frates nuovo direttore tecnico pallacanestro cantù

Il direttore tecnico biancoblù, Fabrizio Frates (foto), ha così commentato l’ingaggio di Boev: «Ilia è un centro di grandi potenzialità che, dopo un anno in Serie B, in cui ha maturato esperienza, ha scelto di tornare a Cantù per fare il definitivo salto di qualità, mettendosi a disposizione di coach Sodini e confrontandosi in un campionato di livello superiore». Un Boev decisamente emozionato, ma anche molto carico, ha aggiunto: «Sono contento di entrare ufficialmente a far parte di questa squadra, è sempre stato un mio obiettivo. Non vedo l’ora di indossare la maglia della Pallacanestro Cantù, soltanto l’idea mi emoziona. Cercherò di dare sempre il massimo e di migliorare, così da poter dare il mio contributo ai miei compagni e a coach  Sodini quando verrò chiamato in causa».