Quantcast

Cantiere via Borgovico a Como a settembre e in orario notturno: Rapinese contro l’assessore foto

Le scuse alla città ed agli automobilisti di Gervasoni per il caos di lunedì mattina. Code anche sulla A9 verso la Svizzera per il cedimento di ieri.

Dopo le scuse dell’assessore alla viabilità di Como, Pierangelo Gervasoni, per il grande caos di lunedì scorso con la chiusura – poi revocata dopo due ore – di via Borgovico per i lavori di sostituzione delle tubazioni, arriva anche la conferma che il nuovo intervento in zona verrà fatto a settembre ed in orario notturno. Il sindaco, settimana scorsa, era stato perentorio:”Bisogna intervenire al più presto, il rischio di un cedimento di queste tubazioni è possibile”. Ma il grande caos che si è scatenato l’altro giorno ha consigliato il Comune e l’assessore Gervasoni – che pure non era presente lunedì in posto a verificare la delicata situazione – di rimandare di qualche settimana. Nella speranza che le tubazioni possano reggere senza causare disagi per l’erogazione dell’acqua in tutta la zona. Data e modalità ancora da definire.

cantiere di via borgovico a como, vigili transenne traffico code

 

 

E intanto il consigliore di opposizione Alessandro Rapinese – dopo la paralisi del traffico di inizio settimana – ha deciso di presentare una mozione alla presidente del consiglio comunale Anna Veronelli (per poterla poi iscrivere in calendario per la discussione) per chiedere la revoca dell’assessore Pierangelo Gervasoni accusato di aver fatto, lunedì scorso, una scelta maldestra bloccando di fatto la circolazione in vari punti di Como.

 

cedimento sede stradale verso la svizzera sulla a9 auto e camion in coda polizia locale

 

Nel frattempo è rientrata l’emergenza – almeno nella sua fase più acuta – dopo il cedimento della sede stradale di  questo pomeriggio (foto sopra) all’ingresso della A9 a Lazzago in direzione Svizzera. Circolazione ripresa anche se restano rallentamenti fino a Monte Olimpino per i lavori di sistemazione che si uniscono ad altri già in atto. Disagi e rallentamenti verso il valico di Brogeda.