Quantcast

Vacanza tragica sulla riviera romagnola: 69enne comasca annega davanti a Cervia foto

La donna notata in acqua dai bagnini: disperato intervento per salvarla, ma nulal da fare

Vacanza in riviera romagnola finita tragicamente per una donna comasca di 69 anni. Come riferisce il quotidiano online Ravenna Today, infatti, la donna era già priva quando è stata avvistata in mare: a nulla sono servite le manovre salvavita andate avanti per oltre mezzora da parte del personale del 118 accorso sul posto. E’ deceduta per annegamento, l’episodio ieri nel tardo pomeriggio lunedì pomeriggio sul litorale di Cervia. A scorgere il corpo in acqua, poco distante dalla riva, sono stati i bagnini di salvataggio avvisando i soccorsi e praticando le prime operazioni di emergenza. Sul posto anche l’elicottero delle emergenze del 118 e una pattuglia di terra della Capitaneria di Porto.

 

Particolarmente laboriosa l’identificazione della donna, che era in costume da bagno e senza conoscenti nei paraggi. Solo alcune ore più tardi, infatti, è stata notata la sua assenza dallo stabilimento balneare dove era solita andare in vacanza, lontano poche centinaia di metri. Dal bagno è stato anche verificato che la turista non si trovasse nell’hotel, anch’esso una meta abituale per la donna, che fino all’anno scorso lo frequentava col marito, deceduto da qualche tempo. A quel punto sono scattate le operazioni più mirate di identificazione da parte della Capitaneria di Porto.

 

Ora resta da capire i motivi del suo annegamento. La Procura della Repubblica ha disposto l’autopsia per stabilire le cause esatte della tragedia, avvenuta davanti a decine di bagnanti, rimasti attoniti.

 

(immagini archivio)