Quantcast

Light/Luce: il progetto di arte, musica e poesia nato nel lockdown arriva a Como

Più informazioni su

    Arriva anche a Como, sabato 17 luglio ore 18 al Carducci di viale Cavallotti 7, sotto la curatela di Carla Tocchetti presidente dell’Associazione Beautiful Varese e dell’architetto e artista Giovanni Ronzoni, un progetto sperimentale e innovativo dal punto di vista artistico e comunicativo, dal titolo Light/Luce.

    Progettato durante l’ultimo lockdown, il progetto ha attivato nel corso dell’isolamento alcune collaborazioni a distanza: un vero e proprio punto di svolta che ha trasformato la penalizzazione in opportunità. Nei mesi preparatori, tre artisti che non si conoscevano fra loro sono stati coinvolti su un obiettivo comune, influenzandosi reciprocamente. Una contaminazione che ruota intorno all’essenza stessa del progetto e del tempo in cui viviamo: una luce che illumina il cammino nell’oscurità.

    Fulcro iniziale del progetto sono le poesie del catalano Joan Josep Barceló i Bauçà, che ha dedicato a Light/Luce una silloge di brevi liriche, che hanno ispirato l’artista visuale comasco Doriam Battaglia e il musicista e compositore varesino Simone Libralon.

    “L’isolamento pandemico che ha sancito la rottura dell’incantesimo di una crescita illimitata senza danni, ci ha costretto ad abbassare in silenzio lo sguardo, intorno e dentro di noi. – sottolinea la curatrice Carla Tocchetti – Ora più che mai siamo chiamati a riconoscere le leggi immutabili della natura: bellezza ma anche fragilità e mutabilità. Per combattere il vuoto, l’oscurità, anche valoriali, dobbiamo riscrivere e interpretare il nostro nuovo ruolo nel mondo, sia sul piano individuale che sociale, e per farlo avremo bisogno di coltivare l’immaginazione, qualità che differenzia l’uomo dal resto dei componenti del mondo naturale, che permette la visione e la costruzione di ciò che serve, che ancora non c’è.”

    Fino al 25 Settembre 2021, a restituzione del lavoro da remoto, sono previsti incontri che intrecciano una collaborazione tra tre differenti città lombarde e tre discipline artistiche, di qui la definizione di Light/Luce come progetto diffuso di arte partecipata. Parola, suono, segno, mettono in collegamento territori, associazioni e artisti in modalità virtuale, collegando Como con altre due città lombarde, Vigevano (dove si è già svolto il primo evento) e Varese (dove è previsto il terzo evento il 25 settembre nel settecentesco Salone Estense).

    Il calendario diffuso di eventi restituisce il progetto nelle città lombarde dove i partecipanti concentrano nel 2021 la loro attività: COMO, dove opera il Circolo Cultura e Arte, storica associazione da oltre cento anni proprio all’interno del Carducci è promotrice della crescita culturale della città, associazione di cui Doriam Battaglia è vicepresidente; VIGEVANO, dove Giovanni Ronzoni, curatore del progetto Light/Luce per la parte letteraria, realizzerà insieme a Fortunato D’Amico e una rete di quaranta associazioni la prima edizione del Festival di Poesia di Vigevano; VARESE, dove Carla Tocchetti, curatrice del progetto e organizzatrice con Beautiful Varese International Association di cui è presidente, realizza il cartellone “2021 anno della ripartenza culturale post Covid” inserito nel palinsesto estivo del Comune di Varese.

    Straordinarie sono le location messe a disposizione del progetto Light/Luce, che ha finalità attrattive congiunte dal punto di vista culturale e turistico: a COMO, al “Carducci” lo storico palazzo in stile Art Nouveau (1910) tempio della musica e dell’arte cittadina, a VARESE il Salone Estense del Palazzo Comunale (sec. XVIII) e il Battistero di Velate (sec. XVII), a VIGEVANO, la Strada sotterranea Castello Sforzesco (sec. XIV).

    Nel corso di una performance, tenutasi il 30 giugno a Varese, Doriam Battaglia ha realizzato un’opera di grande formato all’interno del piccolo e prezioso Battistero di Velate, condividendo la creazione con un selezionato pubblico presente, ispirato dalle poesie di Joan Josep Barceló.

    “Concordemente con il co-curatore Ronzoni, abbiamo scelto alcuni artisti che sono abituati a lavorare sulle contaminazioni rivisitate in chiave personale: Doriam Battaglia, artista visuale che utilizza suggestioni e ritmi musicali per danzare nella creazione dell’opera in base a una tecnica personalissima, Simone Libralon solista di viola e orchestrale della Verdi, abituato a intrecciare nelle proprie composizioni elementi provenienti dalla storia della letteratura o dell’architettura in una innovativa sintesi interformale., Joan Josep Barcelo artista eclettico che spazia dall’arte visuale alla poesia, alla scrittura, alla divulgazione radiofonica nei paesi di lingua italiana e spagnola.”, precisa Carla Tocchetti. “Inoltre agli eventi, è annunciata la partecipazione di Filippo Papa fotografo e performer di origini siciliane, Nermine Goerenc artista e cantante di origini tedesche, e dell’italo-argentino Roberto Gerbolès, regista e produttore teatrale, fondatore di Teatro Blu.”

    Il progetto viene realizzato da Beautiful Varese attraverso il partenariato con il Comune di Varese, con il patrocinio delle Associazioni Circolo Arte e Cultura, e Carducci 1910 di Como, del Comune di Vigevano e della Rete di associazioni che promuovono il Festival Internazionale di Poesia di Vigevano; partecipano inoltre ai patrocini la Fondazione Comunitaria del Varesotto, il Parco Regionale Campo dei Fiori e la Comunità Maria Madre Immacolata di Varese

    Più informazioni su