Quantcast

Lario, istituito presidio acquatico gestito dai Vigili del Fuoco

Il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco assicurerà il presidio acquatico lungo i tratti di litorale destinati alla libera fruizione. I dettagli.

È stata confermata anche per il corrente anno l’importante iniziativa realizzata nel corso delle ultime stagioni estive, volta ad intensificare la sicurezza balneare dei fruitori delle acque del lago di Como, mediante l’istituzione di un presidio acquatico gestito dal locale Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco.
Il Prefetto Andrea Polichetti, in rappresentanza del Ministero dell’Interno – Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso pubblico e della Difesa Civile, ha infatti sottoscritto oggi, insieme al Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco ingegner Marcella Battaglia e al Presidente dell’Autorità di Bacino del Lario e del Laghi Minori di Menaggio Luigi Lusardi, un’apposita convenzione, valida, per l’intero periodo estivo, che intende salvaguardare la possibilità di effettuare interventi di salvamento lungo il litorale libero, con le consuete ed elevate caratteristiche di professionalità da parte del personale del Vigili del Fuoco.
In concreto, il servizio si propone di integrare il salvamento di persone e natanti nell’ambito del progetto “Lario Sicuro”, predisposto annualmente dall’Autorità di Bacino con le principali organizzazioni di volontariato ed altri enti, negli arenili non assentiti in concessione e nelle acque libere ricadenti nella giurisdizione dei Comuni aderenti all’ente.

I pompieri recuperano un furgone bloccato in via Imbonati a Como presidio acquatico

In detto contesto, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco assicurerà il servizio di salvamento con il presidio acquatico lungo i tratti di litorale destinati alla libera fruizione, con proprio personale (2 operatori in possesso delle necessarie abilitazioni), a bordo di una moto d’acqua con annessa barella rigida, per 9 ore giornaliere circa, dalle ore 10.00 alle 19.00, nei seguenti giorni: 9, 12, 16, 19, 23, 26 e 30 luglio e 2, 6, 9, 13, 16, 20, 23, 27 e 30 agosto.
«Il nuovo servizio – ha dichiarato il Prefetto Polichetti – mira a rafforzare le iniziative volte alla salvaguardia della vita umana nelle acque del lago di Como. Occorre, però, in ogni caso, che prevalga il giusto senso di responsabilità da parte dei frequentatori del lago, sia nella navigazione che nella balneazione, avendo cura di mantenere sempre una condotta prudente e accorta, rispettosa delle regole stabilite dalle autorità».