Quantcast

EGOInternational, crescono gli investimenti all’estero in Lombardia

Più informazioni su

Una crescita pari al 5,2% con un fatturato derivante dall’export di ben 117,9 miliardi: questi i dati ufficiali emersi da un’elaborazione di Promos Italia eseguita sulla base degli ultimi dati Istat Coeweb.

 

Si tratta del proficuo interscambio commerciale della Lombardia con l’estero, che acquisisce ben 224 miliardi nel primo trimestre dell’anno in corso, confermando una buona capacità di attrarre investimenti ma soprattutto mostrando flessibilità e imprenditorialità, caratteristiche indispensabili per cogliere le opportunità di business offerte dai mercati stranieri.

 

Segnali positivi che trovano riscontro effettivo anche nelle opinioni degli istituti più prestigiosi: nel Rapporto della Banca d’Italia la regione lombarda viene considerata prima in Italia per indice di ripresa, produzione, export e innovazione.

Dati in linea con le recensioni delle più importanti compagnie del settore, che hanno ripetutamente espresso pareri positivi sul tessuto imprenditoriale lombardo come volano delle esportazioni made in Italy all’estero.

 

Significative a questo proposito le recensioni di EGOInternational sulle potenzialità del territorio lombardo: l’azienda, specializzata nell’internazionalizzazione e nell’export, sottolinea come il trend positivo della vendita all’estero sia da anni in continua crescita,  a opinione che conferma il valore del Made in Italy e descrive al meglio la propensione degli imprenditori a far conoscere la produzione fuori dai confini nazionali.

 

EGOInternational, i commenti e le opinioni positive sull’export lombardo

 

La vera locomotiva delle esportazioni italiane: così viene definita la Lombardia in una delle recensioni pubblicate sul sito ufficiale di EGOInternational.

La società riminese, sulla base dei dati statistici forniti dal rapporto annuale sul commercio estero, nel suo blog parla di un costante sviluppo del fatturato estero in Italia, che la colloca tra i maggiori esportatori mondiali.

 

A livello regionale – si legge nelle recensioni di EGO International – la Lombardia detiene sicuramente una posizione di spicco, classificandosi nei primi posti soprattutto per il boom delle vendite estere nel settore farmaceutico ed agroalimentare.

 

La città lombarda più competitiva a livello internazionale è Milano, che oggi è la prima provincia italiana per scambi, con un fatturato pari a 28,5 miliardi, di cui 10,5 derivanti dall’export.

Sia i dati condivisi che le opinioni di EGO International esprimono e sottolineano il successo delle aziende lombarde nei contesti internazionali: per un numero considerevole di imprese del territorio – aggiunge la compagnia in una delle sue recensioni – l’export rappresenta il 50% del fatturato, dato significativo che mostra la propensione delle imprese ad aumentare la competitività sui mercati internazionali.

 

Segnali di crescita importanti si intravedono verso nuovi mercati emergenti, destinati ad affiancarsi alle tradizionali mete europee: l’opinione dell’assessore regionale allo Sviluppo Economico, in accordo con quanto affermato da EGO International, ribadisce l’importanza di sostenere le imprese nel processo di internazionalizzazione per rispondere all’urgenza di affacciarsi sulla aree più ricettive.

In particolare la linea di intervento prevede una serie di attività volte a rafforzare le competenze sull’export delle imprese lombarde, orientate prevalentemente verso gli Emirati Arabi Uniti e sulla regione del Golfo e del Mediterraneo.

 

Avviare o consolidare i processi di internazionalizzazione in mercati strategici per l’economia regionale è la via da percorrere per aumentare le prospettive di business lombarde e, più in generale, per rendere competitive le piccole e medie imprese dell’intero territorio nazionale.

Più informazioni su