Quantcast

Al Calcio Como 1907 il riconoscimento Candido Cannavò

Il riconoscimento è stato assegnato al club comasco in quanto "prova tangibile dei prinicipi morali sostenuti da Candido Cannavò

Più informazioni su

È stata pubblicata ieri sera, sul sito della squadra e sulla pagina Fb, la notizia che, il prestigioso “Riconoscimento Candido Cannavò”, assegnato dal Circolo Navigli e nato nel 2011 con l’intento di promuovere gli insegnamenti e i valori del grande giornalista, è andato al Calcio Como 1907.

Nella decima edizione dell’evento è stata premiata la società lariana, rappresentata dal Segretario Generale Michelangelo Vitali, dal Team Manger Giuseppe Calandra e dal Responsabile della Comunicazione Alessandro Camagni. Questa la motivazione per l’assegnazione del riconoscimento: “Esempio per tutti gli atleti, perché possano seguire i principi morali da sempre sostenuti da Candido Cannavò quale presupposto per conseguire traguardi onorevole di cui essere orgogliosi. Il Como 1907 ne è la prova tangibile e indiscutibile”.

Candido Cannavò al Calcio Como 1907

Insieme al club comasco sono stati premiati Stefano Borgonovo, rappresentato dalla figlia Alessandra e l’atleta Paralimpica e Onorevole Giusy Versace.

(fonte sito del Como 1907)

Candido Cannavò è stato un giornalista e mezzofondista italiano. Il suo impegno è andato al di là dello sport. Da sempre si è occupato dei problemi della società, soprattutto della sua terra, e, dopo aver lasciato la direzione de La Gazzetta dello Sport ha pubblicato la sua autobiografia e tre saggi di tematica sociale, che narrano la situazione delle prigioni italiane, dei disabili e dei senzatetto. Nonostante le polemiche che l’avevano non di rado contrapposto a Gianni Brera, è stato uno degli iniziatori e dei più validi sostenitori del Premio Gianni Brera – Sportivo dell’anno, che ne onora la memoria.

Più informazioni su