Quantcast

Dovresti comprare oro o bitcoin?

Più informazioni su

    Dal 2009 bitcoin ha inaugurato una nuova era delle valute digitali. Essendo la principale criptovaluta, esso possiede alcune proprietà di una valuta, ma anche caratteristiche uniche che potrebbero renderlo un rifugio praticabile. Tuttavia, spetta al singolo investitore determinare se il bitcoin è un porto sicuro adatto in tempi di difficoltà di mercato. Di seguito, confronteremo oro e bitcoin come opzioni per un rifugio sicuro dei propri risparmi.

     

    Prendi un po’ d’oro

    Vi sono diversi fattori che rendono l’oro un buon bene rifugio: è un materiale prezioso per beni di consumo come gioielli ed elettronica ed è scarso. Indipendentemente dalla domanda, l’offerta rimane sproporzionatamente bassa. L’oro non può essere prodotto come una

    società emette nuove azioni o una banca federale stampa denaro, deve essere scavato da terra e lavorato.

     

    Il metallo prezioso era legato al dollaro fino al 1971, anno in cui il presidente Nixon interruppe i legami tra la valuta statunitense e l’oro. Da allora, coloro che non vogliono essere sottoposti alle oscillazioni del mercato azionario hanno investito in oro.

     

    Bitcoin irrompe sulla scena

    Bitcoin è una criptovaluta basata su blockchain che condivide alcune proprietà con la sua controparte in oro. In effetti, molti hanno chiamato bitcoin “oro digitale” per la sua debole relazione con tutti gli altri beni. Nel 2017 il prezzo di un bitcoin ha superato per la prima volta quello di una singola oncia d’oro.

     

    A gennaio 2020, il prezzo era superiore a $ 8.700, ma perché è così prezioso?

     

    Come l’oro, vi è una quantità limitata di bitcoin: la fornitura totale è limitata a 21 milioni. Essendo una criptovaluta decentralizzata, il bitcoin è generato dalla potenza di calcolo collettiva di “minatori”che verificano le transazioni che avvengono sulla rete Bitcoin e vengono quindi ricompensati per il loro tempo, potenza di calcolo e impegno. Inoltre, il protocollo Bitcoin prevede che questi premi vengano periodicamente dimezzati, garantendo che il bitcoin finale non venga emesso fino all’anno 2140 circa.

     

    Per trarre profitto dal bitcoin, ti consiglio di utilizzare Bitcoin Trader , un sito attraverso il quale potrai guadagnare dal trading in criptovalute.

     

    Confronto oro e bitcoin

    Per centinaia di anni, l’oro ha dominato l’arena dei beni rifugio, mentre il bitcoin è stato lanciato poco più di un decennio fa e ha ottenuto un riconoscimento diffuso solo negli ultimi anni. Di seguito, confrontiamo queste due opzioni di investimento:

     

    1.  Trasparenza, Sicurezza, Legalità

    È molto difficile rubare oro, spacciarlo per falso o corrompere in altro modo il metallo. Anche Bitcoin è difficile da corrompere, grazie al suo sistema crittografato e decentralizzato e ai complicati algoritmi. Il disastro di Gox è un buon esempio del perché i trader di bitcoin devono essere cauti. In questo evento dirompente, uno scambio popolare è andato offline e sono scomparsi circa $ 460 milioni di bitcoin utente. Legalmente, ci sono poche conseguenze per tale comportamento, poiché il bitcoin rimane difficile da tracciare con qualsiasi livello di efficienza.

     

    2.  Rarità

    Sia l’oro che il bitcoin sono risorse rare. Il dimezzamento della ricompensa mineraria di Bitcoin assicura che tutti i 21 milioni di Bitcoin saranno in circolazione entro l’anno 2140.

    Mentre sappiamo che esistono solo 21 milioni di bitcoin, non è noto quando tutto l’oro del mondo sarà estratto dalla terra.

     

    3.  Liquidità

    Sia l’oro che il bitcoin presentano mercati molto liquidi.

     

    4.  Volatilità

    Una delle principali preoccupazioni per gli investitori che considerano bitcoin un bene rifugio sicuro è la sua volatilità. Basta guardare alla cronologia dei prezzi del bitcoin: al suo punto più alto, intorno all’inizio del 2018, il bitcoin ha raggiunto un prezzo di circa $ 20.000 per moneta. Un anno dopo circa, il prezzo di un bitcoin si aggirava intorno ai $ 4.000.

     

    Questa volatilità non è inerente all’oro per i motivi sopra menzionati.

    Più informazioni su