Quantcast

CSU, porti e ormeggi disponibili in città per imbarco e sbarco

Emanata un’ordinanza di modifica del cantiere di Sant’Agostino per consentire l’utilizzo della parte esterna del pontile per operazioni di imbarco e sbarco

Su interessamento di CSU, il Comune di Como ha emanato martedì un’ordinanza per la modifica del cantiere di Sant’Agostino per consentire l’utilizzo della parte esterna del pontile per operazioni di imbarco e sbarco. Il presidente di CSU Renato Acquistapace: «L’area del cantiere è stata modificata e ridisegnata per permettere l’utilizzo al pubblico della parte esterna del pontile attualmente presente all’interno del molo di Sant’Agostino per le operazioni di imbarco e sbarco. Verrà predisposto a breve un passaggio sicuro e ben delineato in modo tale che non entri in contrasto con il cantiere. Il pontile sarà messo a disposizione della collettività e degli operatori del settore che trasportano passeggeri. Sarà utilizzabile esclusivamente nella parte esterna. Abbiamo pensato a questa soluzione per poter dare la possibilità ad operatori commerciali e proprietari di imbarcazioni di poter utilizzare un approdo sufficientemente comodo per raggiungere la città in vista della incipiente stagione turistica che vedrà in questi giorni anche importanti manifestazioni».

L’utilizzo completo del pontile di Sant’Agostino sarà possibile alla conclusione dei lavori previsti per il mese di luglio.

Porto Marina 1 e 2

Nelle scorse settimane è stato predisposto per gli operatori del settore un ormeggio temporaneo nella zona interna nel porto Marina 2 da utilizzare esclusivamente per operazioni di imbarco e sbarco dei passeggeri senza possibilità di stazionamento con le barche. Rimane vietato l’utilizzo della zona esterna del Marina 2. Si ribadisce inoltre che l’utilizzo del porto Marina 1 è consentito esclusivamente agli assegnatari del posto barca.