Quantcast

AstraZeneca e il richiamo, la Lombardia conferma: seconde dosi con Pfizer o Moderna foto

La nota ufficiale in serata della direzione del Welfare della Regione. Si procederà con altri tipi di vaccino

“Alla luce della circolare del Ministero della salute e del collegato parere Aifa, Regione Lombardia provvederà alla somministrazione della seconda dose di vaccino ai cittadini under 60 vaccinati con AstraZeneca in prima dose, alla somministrazione eterologa, ossia con vaccino Pfizer o Moderna”. Lo comunica in una Nota la Direzione Welfare della Regione Lombardia dopo ore di confusione per chi doveva ricevere la seconda dose. “La riorganizzazione del programma vaccinale – prosegue la Nota – avverrà negli stretti tempi necessari sulla base delle dosi di vaccino disponibili”.

 

In sostanza, come era già stato anticipato ieri, anche nel comasco le seconde dosi per gli Under60 vaccinati con prime dosi di AstraZeneca saranno con Pfizer o Moderna. Nel primo pomeriggio una precedente dose aveva messo in evidenza che la Direzione generale Welfare aveva deciso di sospendere cautelativamente i richiami eterologhi (quindi con un vaccino diverso) per tutti i cittadini under 60 che hanno ricevuto la prima dose di AstraZeneca. Poi il nuovo chiarimento (vedi sopra) e tutto va come nelle indicazioni previste già in questi giorni.