Quantcast

Chi-è-Alvano-Bacchi-imprenditore-immobiliare-aziende-successi-italia-estero

Chi è Alvano Bacchi, tutti i successi dell’imprenditore dal mercato immobiliare alle aziende

[p] Chi è Alvano Bacchi? Noto imprenditorie italiano, nato a Perugia, conosciuto inizialmente come uno degli immobiliaristi maggiori della regione, Alvano Bacchi ha acquisito diverse aziende italiane rinnovandole e portandole al successo in Italia e anche all’estero.

[p] I primi successi di Alvano Bacchi sono stati nel mercato immobiliare, dove tra il 1998 e il 2010 si è connotato come uno degli imprenditori più apprezzati della regione Umbria. Approdato sul mercato a soli ventisette anni, dopo la carriera militare, Alvano Bacchi ha mostrato da subito la giusta sensibilità per gli affari ponendo attenzione sia al territorio che all’innovazione. Infatti, in cerca di nuovi stimoli imprenditoriali ha acquisito negli anni 3M, che grazie a Bacchi è diventata punto di riferimento per il mercato automotive italiano e una protagonista di spicco sul mercato internazionale. Reduce da questo primo successo aziendale Alvano Bacchi ha poi acquisito nel 2019 le Fonderie Tacconi avviando un processo di digitalizzazione degli impianti, per renderli più competitivi, ma anche sostenibili.

 

Alvano Bacchi: biografia, studi e approdo sul mercato immobiliare

[p] Alvano Bacchi nasce a Perugia nel 1971 dove consegue gli studi universitari prima di partecipare e classificarsi ai primi posti al concorso per Allievi ufficiali dell’esercito. Inizia così la sua esperienza nell’esercito dove Raggiunge il grado di istruttore presso la Scuola Allievi di Lecce. Conclusa la parentesi nell’esercito, a ventisette anni decide di approdare sul mercato immobiliare ottenendo i primi successi e consolidando il suo nome in tutta la regione.

[p] Nel 2013, Alvano Bacchi acquisisce la quota di maggioranza di 3M S.r.l. e ne diventa Amministratore Delegato. Avvia un profondo processo di rinnovamento nell’azienda per colmare il gap tecnologico rispetto ai competitor sul mercato. Tra i primi traguardi sotto la sua guida ricordiamo la realizzazione di un’isola automatizzata per la pressofusione di 2350 tons di potenza, nel 2014. Intervento che consente a 3M di realizzare lavorazioni tecnologicamente avanzate e dall’elevata volumetria, permettendo all’azienda di ampliare il suo raggio di azione e avvicinare nuovi clienti.

[p] La riorganizzazione dei compartimenti per la riqualificazione dei prodotti avviata da Alvano Bacchi consente a 3M di acquisire sempre maggiori competenze e know how necessari allo sbarco sul mercato estero.  L’azienda diventerà da prima un punto di riferimento per il mercato italiano automotive grazie all’ottenimento della certificazione ISO TS 16949, che ha consentito a 3M di produrre componenti per il settore automotive e la produzione di attrezzature di stampaggio di gamma elevata.

 

Alvano Bacchi porta 3M sul mercato estero

[p] Alvano Bacchi rafforza grazie alla riorganizzazione dei comparti e a una massiccia campagna di marketing l’immagine dell’azienda 3M anche fuori dai confini italiani e ottiene subito un riscontro positivo dal mercato tedesco dove si aggiudica le commesse di importanti e ambiti brand multinazionali. Grazie alla qualità delle nuove componentistiche prodotte rafforza così la fiducia del mercato e si avvicina anche al mercato svedese dove ottiene un accordo con un’azienda specializzata in prodotti elettromedicali innovativi e rafforzando ulteriormente la reputazione di questa eccellenza italiana in Europa.

 

Alvano Bacchi e la svolta sostenibile delle Fonderie Tacconi

[p] Dopo i successi ottenuti con 3M Alvano Bacchi acquisisce nel 2019 il Gruppo FOM Fonderie Tacconi, oggi costituite F.A. spa. Come nel caso precedente l’imprenditore avvia un processo di rinnovamento e trasformazione delle fonderie puntando alla sostenibilità degli impianti. Avvalendosi della consulenza di esperti, Alvano Bacchi mette in opera interventi per l’aggiornamento di tutti i sistemi produttivi integrando strumenti per la digitalizzazione degli impianti e l’analisi dell’impatto ambientale. Vengono studiati e posizionati strumenti digitali per il rilevamento su base mensile delle sostanze chimiche e metalli, grazie all’utilizzo di sensoristica specifica per il campionamento del terreno e vengono posizionati deposimetri in punti strategici per il rilevamento delle polveri depositabili. Alvano Bacchi predispone inoltre la possibilità di programmare anche interventi di biometraggio ambientale attraverso l’impiego di analisi dendrochimica.

[p] La trasformazione sostenibile delle Fonderie guidata da Alvano Bacchi rassicura il territorio, dove negli anni si era aperto un forte dibattito sull’impatto ambientale degli stabilimenti che aveva portato alla creazione di un Tavolo rinominato “Caso Tacconi”. Con tutti gli interventi e la partecipazione attiva al dibattito Alvano Bacchi ha conquistato la fiducia del territorio, rendendo anche disponibili le analisi mensili agli esperti coinvolti dal tavolo interstituzionale per una revisione periodica in totale trasparenza.