Quantcast

Spaccio nella bassa comasca: la polizia nota lo scambio di dosi, tunisino in manette

Tre palline in totale, una in tasca all'acquirente poi segnalato. Lo straniero regolare in Italia

Gli agenti della squadra Mobile della Questura di Como hanno arrestato un tunisino del 1994, regolare in Italia, per spaccio di stupefacenti (cocaina) a Cirimido. Gli agenti stavano percorrendo le vie del comune quando notavano due uomini scambiarsi velocemente qualcosa.   Subito dopo lo scambio, gli agenti riuscivano a bloccare sia l’acquirente che lo spacciatore sequestrando tre palline di
cocaina in totale, trovandone rispettivamente una addosso al primo e due addosso al secondo, oltre al denaro contante
oggetto di scambio.

Nella perquisizione domiciliare a suo carico è stata trovato anche un grammo di hashish e un bilancino di precisione. Dopo gli adempimenti di rito, l’acquirente è stato segnalato amministrativamente, mentre il tunisino è stato arrestato per spaccio di stupefacenti e, su disposizione della Procura di Como, che coordina le indagini, è stato accompagnato al Bassone