Quantcast

Il dolore di tutta la Regione per la disgrazia del Mottarone: le parole di Fermi ed il silenzio foto

Oggi in consiglio regionale il lutto per la tragedia di domenica scorsa:"Solo dolore e memoria, non c'è spazio per altro"

“La tragedia del Mottarone umanamente ha coinvolto ogni cittadino lombardo. Oggi è il tempo del lutto e della memoria, non c’è e non ci può essere spazio per altro. Non ci sono parole. Oggi è il momento del ricordo dedicato alle 14 persone che hanno perso la vita. Consapevoli che all’interno di questa tragedia, portiamo comunque con noi un barlume di speranza grazie a Eitan, il bambino unico superstite, salvato dall’abbraccio di suo papà nell’ultimo gesto di amore e protezione. Un’immagine che dovremmo portare sempre nei nostri cuori e che come genitori ci induce ad essere ancora più vicini al piccolo Eitan perché possa ristabilirsi presto e possa soprattutto riuscire a superare la difficile prova che la vita gli pone davanti”.    

silenzio consiglio regionale per tragedia del mottarone presidente fermi aula

 

Lo ha sottolineato stamane, con palese commozione, il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi, commemorando le vittime del Mottarone in apertura dei lavori della seduta di Consiglio regionale. Alle parole del Presidente Fermi ha fatto seguito un minuto di silenzio. Dei 14 morti, 10 risiedevano in Lombardia.”Esprimo le mie condoglianze a tutte le famiglie in lutto per la perdita dei loro cari -ha commentato infine il Consigliere Segretario Giovanni Malanchini-. Ora si faccia il prima possibile chiarezza sull’accaduto, perché questi incidenti non si ripetano mai più”.

 

Tra le vittime della disgrazia anche una donna 38enne – ora trasferita con la famiglia a Vedano Olona – ma originaria di Porelzza: si tratta di Elisabetta Personini di 38 anni, deceduta assieme al compagno Vittorio ed al loro piccolo Mattia, di appena 5 anni.