Quantcast

Il dramma della funivia caduta a Mottarone: la provincia di Varese piange cinque vittime foto

Una coppia di Varese, una famiglia di Vedano Olona: le immagini e la ricostruzione.

Sono cinque le persone di Varese morte nella tragedia odierna sulla funivia di Mottarone. Si tratta di una coppia di giovani fidanzati e di una intera famiglia di Vedano Olona. Alessandro Merlo aveva 29 anni, la fidanzata Silvia Malnati 27 anni, entrambi erano residenti a Varese e sono moltissimi i messaggi di cordoglio per i due ragazzi che oggi hanno perso la vita. La notizia della loro scomparsa ha colpito l’intera comunità. Silvia è cresciuta nel quartiere San Fermo, poi i due ragazzi avevano trovato casa insieme a Varese (foto qui sotto). In tutto le vittime

incidente funivia stresa mottarone caduta nel bosco immagini pompieri
incidente funivia stresa mottarone caduta nel bosco immagini pompieri

Nel crollo, è morta anche una intera famiglia di Vedono Olona: Elisabetta, Vittorio e il piccolo Mattia. Le prime notizie parlavano di un cittadino di Vedano Olona morto tra le lamiere della funivia, poi, nel corso della serata al nome di Vittorio Zorloni, 55 anni, si sono aggiunti quelli della sua compagna Elisabetta Personini e di Mattia di 5 anni, il loro bambino. Mattia era uno dei due bambini soccorsi e trasportati in gravi condizioni all’Ospedale Regina Margherita di Torino.

 

Tra le altre vittimi una bambina di soli due anni. Si chiamava Tom Biran e si trovava sulla funicolare con i genitori, israeliani e residenti a Pavia. Altri due coniugi deceduti erano israeliani. C’erano poi Serena Cosentino, ragazza di 27 anni, di Diamante, da alcuni mesi si era trasferita a Verbania e il fidanzato Mohammadreza Shahaisavandi (23), iraniano. E ancora due coniugi residenti nel Piacentino.

Tra le vittime anche un bambino di 9 anni deceduto all’ospedale Regina Margherita di Torino. Un secondo bambino di 5 anni versa in gravi condizioni all’ospedale. 

L’INCIDENTE 

L’incidente è stato provocato dal distacco di una fune dell’impianto, quasi in vetta (a 100 metri prima dell’ultimo pilone), in uno dei punti più alti, dove la funivia corre più staccata da terra. La cabina è crollata in un tratto boscoso e impervio, dove le operazioni di soccorso sono state difficili. Dopo l’impatto a terra la cabina è rotolata fermandosi a ridosso di un albero. Sul posto sono intervenuti i soccorsi.

L’impianto di risalita è stato posta sotto sequestro, si indaga per omicidio colposo plurimo.

 

(foto da Varesenews)