Quantcast

Dante e la cosmologia: incontro online con l’astrofisico Marco Bersanelli

Guardare il cielo con gli occhi di Dante è il nuovo percorso che l’astrofisico Marco Bersanelli, docente presso l’Università degli Studi di Milano, proporrà questa sera, lunedì 17 maggio alle ore 21, in diretta sul canale YouTube Centro culturale Paolo VI, seguendo il viaggio del poeta fiorentino nella Divina Commedia, dove è accompagnato costantemente dalla presenza della sfera celeste. Le stelle, infatti, sono segno di bellezza, di verità, di speranza.
Per Dante, allora, l’universo rappresenta l’orizzonte totale nel quale è inscritto ogni gesto umano, piccolo o grande che sia. Così, ripetutamente, egli scandisce i tempi e i luoghi del suo cammino con accurati riferimenti ai movimenti celesti, dimostrando una profonda conoscenza dell’astronomia del tempo.
Al culmine del suo viaggio, nella contemplazione dell’Empireo, il poeta stupisce ancora un’ultima volta con una visione geometrica del cosmo del tutto originale, la quale, come indicherà il professor Bersanelli, ha sorprendenti analogie con la struttura dello spazio-tempo adottata oggi per descrivere l’universo nella cosmologia relativistica.

centro paolo VI Dante

Marco Bersanelli è professore ordinario di Fisica e Astrofisica presso l’Università degli Studi di Milano.
Si occupa di cosmologia e in particolare di misure del Fondo Cosmico di Microonde (CMB), la prima luce dell’universo.
Dopo gli studi in fisica all’Università di Milano ha lavorato presso il Lawrence Berkeley Laboratory University of California (1986-1991) con George Smoot (premio Nobel per la Fisica 2006).
Ha partecipato a due spedizioni scientifiche alla base antartica Amundsen-Scott al Polo Sud.
È fra gli iniziatori e fra i principali responsabili scientifici della missione spaziale Planck dell’Agenzia Spaziale Europea (1992-2020), dedicata a misure di alta precisione del CMB, la quale ha ottenuto risultati fondamentali per la cosmologia e l’astrofisica galattica ed extragalattica.
Attualmente è impegnato in progetti di nuova generazione per misure del CMB da terra e dallo spazio per sondare la presenza di onde gravitazionali nei primi istanti di vita dell’universo.
È autore di oltre trecento pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali e di una vasta produzione di carattere divulgativo e interdisciplinare, tra cui si ricordano Solo lo stupore conosce (Rizzoli 2003), Infinity and the nostalgia of the stars (Cambridge University Press 2011), Light in the beginning (Eerdmans 2012), Il grande spettacolo del cielo (Sperling & Kupfer 2016).
Dal 2012 è presidente della Fondazione Sacro Cuore per l’Educazione dei Giovani.

DIRETTA STREAMING Canale YouTube Centro culturale Paolo VI
L’incontro è rivolto anche agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado.
Domande del pubblico via whatsapp al numero 328.7227253