Quantcast

Como, tavolini e sedie anche nei parcheggi per chi non ha spazio esterno almeno fino a giugno foto segui la diretta

La giunta concede il via libera dopo la proposta di Butti e Gervasoni. Eventuale proroga fino al 30 novembre.

Ce lo aveva già anticipato l’assessore Marco Butti qualche giorno fa nella diretta dedicata alla ripresa di Como dopo i lungo e buio periodo del Covid (video allegato). Ora arriva la conferma: la giunta gunta comunale, su proposta degli assessorati al Commercio (Butti) ed alla Mobilità (Gervasoni), ha detto si ad autorizzare – almeno fino al prossimo 30 giugno – l’occupazione gratuita delle aree di parcheggio con strisce blu e gialle con tavolini e sedie delle attività di ristorazione che non hanno spazio esterno. Il provvedimento ha la duplice finalità: consentire agli esercenti il rispetto delle misure di distanziamento e di favorirne la ripresa dopo un lungo periodo di chiusure.

 

La durata di queste concessioni potrà essere estesa fino al 30 novembre nel caso in cui il governo prolungasse l’esenzione dal pagamento del canone unico, attualmente in scadenza il 30 giugno. Il Comune, in questo caso, verserà a Csu l’importo relativo ai mancati introiti dal pagamento dei posteggi (quantificato, in base a una stima di massima, in 150mila euro per il periodo da giugno a novembre). Le richieste dovranno riguardare l’area adiacente al locale in questione: da quanto si apprende, saranno concessi al massimo tre stalli esclusivamente a imprese in regola con il pagamento del canone unico. Le occupazioni dovranno rispettare quanto prevede il Codice della Strada e i diritti dei terzi. Nel caso in cui le richieste siano relative ai posteggi gialli, ne saranno ricavati altrettanti per i residenti nelle vicinanze.
Restano esclusi i posteggi in viale Lecco e viale Varese.