Quantcast

Como: scoprire la città e il suo lago a piedi

Più informazioni su

Como è una bellissima città della Lombardia che si può visitare a piedi mano nella mano, toccando così diversi punti di interesse storico e naturalistico. Il tour parte dalla centralissima piazza Volta dove spicca la statua dell’ingegnere e fisico a cui la città ha dato i natali.

La passeggiata lungolago

Si prosegue verso Lungolario Trento per una romantica passeggiata, perfetta anche per romantici incontri occasionali. È il luogo ideale per una Promenade mano nella mano con vista sul fiume Lario e sulla collina dove predomina il paesino di Brunate, raggiungibile grazie a una funicolare.

Di fronte spicca The Life Eletric, una scultura in acciaio inossidabile che è diventato anche luogo di incontri tra giovani e giovanissimi. Lasciandosi alle spalle la rotonda che si affaccia sul Lago di Como, si prosegue la passeggiata sul tratto terminale della diga foranea dal lungolago Mafalda di Savoia per ritrovarsi al Tempio Voltiano. Sebbene sia un luogo di scienza che ospita oggetti appartenuti all’inventore, la zona è molto conosciuta perché i giardini sono particolarmente frequentati dai comaschi per incontrarsi e passeggiare lungo le rive del lago. È il luogo perfetto per organizzare un primo appuntamento e conoscersi meglio.

Per avere una spettacolare vista sul lago e sulla città dall’alto, è possibile salire sul monumento ai caduti che si trova poco più avanti. Il lago di Como è anche famoso per le sue ville, motivo per cui la passeggiata lungolago da questo tratto in avanti si chiama proprio “passeggiata delle ville”. Le tante coppiette che camminano e si fermano sulle panchine possono ammirare diverse ville risalenti al seicento e al settecento realizzate durante la dominazione asburgica. In particolare, Villa Olmo visitabile gratuitamente.

Percorrendo il lungolario Trieste, si ritorna in città sempre attraversando diverse verdi e parchi con le panchine per sedersi e ammirare il lago con la propria dolce metà. Ancora una volta, si può ammirare una residenza signorile, villa Geno, con la sua grandissima fontana sul lago con getti di acqua che arrivano a 40 m.

Il centro storico di Como

Conclusa la romantica passeggiata lungo il lago e le sue aree verdi, arriva il momento di incamminarsi verso piazza Cavour per visitare la parte monumentale della città. Dirigendosi verso il duomo, noto anche come cattedrale di Santa Maria Assunta, si incontra prima palazzo Broletto. Gli edifici sulla piazza che ospitano diversi bar e caffè, perfetti per darsi un appuntamento, presentano tanti stili diversi tra cui quello romanico, gotico, neoclassico, rinascimentale. Proprio dietro al Duomo, si trova il bellissimo teatro sociale in stile neoclassico. Dall’altra parte della strada, si può avere uno sguardo sull’ex casa del fascio, esempio di architettura razionalista.

Como è una città di antichissime origini le cui testimonianze sono presenti ancora oggi. In particolare, piazza San Fedele è il cuore più antico all’interno delle mura. Qui si trovava il foro Romano e, proseguendo verso Porta Torre, si possono incontrare diversi resti intatti delle mura risalenti al periodo medievale. Il centro storico ha proprio questa connotazione con un dedalo di stradine e viuzze.

Più informazioni su