Quantcast

E’ morta Milva, per tanti anni “cittadina” di Blevio

Più informazioni su

E’ morta ieri a Milano Milva: lo  ha confermato la figlia, Martina Corgnati, spiegando che la madre era malata da tempo. La grande cantante e attrice, Ilvia Maria Biolcati, aveva 81 anni e viveva con la segretaria Edith e la figlia, critica d’arte.

Fin dagli anni ’80 Milva ha alternato le sue giornate tra la casa a due passi da Piazza San Babila a Milano e  l’appartamento in Villa Cademartori a Blevio dove, leggenda vuole, ci fosse l’unica parrucchiera oltre a quella milanese di fiducia, in grado di ottenere il giusto punto di rosso dei capelli della cantante che di quella chioma aveva fatto un simbolo (e non solo artistico, non ha mai nascosto il il suo fervente animo antifascista).

“La Rossa” è stata per tanti anni una frequentatrice di quella sponda del nostro lago che affaccia sul primo bacino e, seppur di carattere riservato, la si vedeva passeggiare per la frazione Girola o dal tabaccaio del paese ad acquistare le sigarette alle quali non volle mai  rinunciare. Dal 2010 aveva abbandonato definitivamente il palcoscenico salutando i suoi estimatori con una commovente lettera, ma nessuno l’ha dimenticata e i tantissimi messaggi che stanno arrivando via social dal mondo dello spettacolo confermano che lei, insieme a Ornella Vanoni e Mina, è una gran signora della canzone italiana.

“Milva è stata una delle interpreti più intense della canzone italiana. La sua voce ha suscitato profonde emozioni in intere generazioni. Una grande italiana, un’artista che, partita dalla sua amata terra, ha calcato i palcoscenici internazionali, rendendo globale il suo successo e portando alto il nome del suo Paese. Addio alla pantera di Goro”. Così il Ministro della Cultura, Dario Franceschini, ricorda Milva nel giorno della sua scomparsa.

Goro, in Emilia Romagna, è il paese dove naque il 17 luglio 1939, ma Milano è dove approdò, non ancora maggiorenne, spinta dalla madre che ne aveva coltivato le doti vocali fin da bambina. Più di sessanta album incisi in sei lingue diverse, capace di cantare sul palco del Festival di Sanremo (15 volte), quanto su quello della Scala, Milva è stata una musa per molti grandi della musica, Franco Battiato, Ennio Morricone, Astor Piazzolla, le canzoni dei grandi compositori greci, francesi, tedeschi. Altrettanto eclettismo l’ha  dimostrato in teatro passando dal tabaren a Giorgio Strelher con cui ha intrattenne un’intensa relazione. La sua statura artistica è stata ufficialmente riconosciuta dalle Repubbliche Italiana, Francese e Tedesca, che le hanno conferito alte onorificenze.

L’ unica figlia, Martina, avuta dal produttore Maurizio Corgnati, ha confermato che la madre era malata da tempo, ma il 26 marzo scorso Milva, aveva anche ricevuto il vaccino contro il Coronavirus. “Io mi vaccino perché tengo alla mia vita a e alla vita altrui”, aveva scritto sulla sua pagina Facebook, “Fatelo anche voi. Abbiamo bisogno di tornare alla vita di prima, e di abbracciare i nostri cari. Tutti quanti insieme possiamo farcela a sconfiggere questo virus”.

Peccato che Milva non ci sarà, la famiglia in questo momento sta organizzando l’ultimo saluto.

 

Più informazioni su