Quantcast

Tutto confermato: da lunedì si torna in zona gialla, ecco cosa cambia e le novità foto segui la diretta

Confermate le anticipazioni di ieri di Alessandro Fermi. Spostamenti, attività commerciali e sport di squadra.

La conferma dopo l’antiipazione di ieri in diretta da noi: da lunedì siamo in zona gialla. Lombardia e comasco. Alessandro Fermi, dopo averlo scommesso ieri, oggi ha rilanciato e precisato (post sotto) cosa succede, in estrema sintesi, dalla prossima settimana. Ecco qui.

 

🚗 SPOSTAMENTI
Liberi all’interno della regione e fra regioni in zona gialla.
🍽 BAR E RISTORANTI
Consentite le attività dei servizi di ristorazione con consumo al tavolo esclusivamente all’aperto, anche a cena, nel rispetto dei limiti orari.
⚽️ SPORT DI SQUADRA
Consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto. È comunque escluso l’uso di spogliatoi.
👨‍👩‍👦‍👦 VISITE AD AMICI E PARENTI
È consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, nel rispetto dei limiti orari agli spostamenti e nel limite di 4 persone ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minorenni sui quali tali persone esercitino la responsabilità genitoriale e alle persone con disabilità o non autosufficienti conviventi.
📚 SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO
Attività in presenza per gli studenti delle scuole dell’infanzia, della scuola primaria e secondaria.
Le superiori ➡️ dal 70% al 100% in presenza.
Per le università le attività si svolgono prioritariamente in presenza.
🎭TEATRO, CINEMA, CONCERTI
Gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, live-club e in altri locali o spazi anche all’aperto si svolgono esclusivamente con posti a sedere preassegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno 1 metro.
🪑La capienza consentita non può essere superiore al 50% di quella massima autorizzata e il numero massimo di spettatori non può comunque essere superiore a 1.000 per gli spettacoli all’aperto e a 500 per gli spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala.