Quantcast

Cantù, i tifosi contestano il Ds Della Fiori. Il club replica:”Ora uniti per la salvezza” foto

Striscioni con cui lo invitano a lasciare la carica. La nota del presidente Allievi:"Si le critiche, no attacchi personali"

Impossibile non vedere gli striscioni, affissi in piazza Garibaldi a Cantù, all’esterno dello storico Pianella a Cucciago e alla canellata della sede di Cermenate. La contestazone dei tifosi della società di basket di Cantù (San Bernardo), in queste ore prendono di mira il Direttore sportivo Daniele Della Fori, invitato a dimettersi e lasciare il posto. La squadra è in difficoltà, certo e domenica si gioca la salvezza nella trasferta di Casalecchio sul Reno contro la Fortitudo Bologna. Le accuse dei supporters arrivano a pochi giorni proprio da questa sfida delicatissima.

 

E così dopo gli striscioni (qui riportati dalla pagina Facebook degli Eagles Cantù 1990), ecco la nota ufficiale del club. Firmata dal presidente Roberto Allievi.

 

pallacanestro cantù logo società

 

Il Presidente della Pallacanestro Cantù, Roberto Allievi, ribadisce che l’intero Consiglio di Amministrazione della società è unito allo staff e alla squadra non solo per perseguire l’obiettivo della salvezza sul campo, ma soprattutto per garantire stabilità economica al club e per costruire un progetto di sviluppo futuro.
Ovviamente le critiche, che fanno parte del gioco, sono lecite ed accette, ma non gli attacchi personali. In ogni caso Pallacanestro Cantù non si lascia distrarre dai propri obiettivi e continuerà a lavorare duramente con i soci e i partner per raggiungere i traguardi pluriennali che si è posta e che sono finalizzati al conseguimento dei risultati sportivi che i tantissimi tifosi bianco- blu meritano.