La disgrazia

Domaso, lo choc per la scomparsa del pensionato: il parroco lo ricorda alla messa della domenica

La vittima è Giambattista Pozzi, 67 anni. Un malore mentre era nella sua baita è stato fatale.

Lo ha voluto ricordare anche il parroco nella sua omelia della messa della domenica. Don Aldo ha chiesto alla comunità di Domaso di pregare per lui e lo ha descritto come persona valida e sempre disponibile. Ex assessore alla Comunità Montana dell’alto lago, ora in pensione. Giambattista Pozzi, per tutti “Il Tita”, aveva 67 anni. E’ stato stroncato da un malore improvviso mentre era alla sua baita di Livo, frazione Fraido, sabato pomeriggio. Lì era andato qualche ora prima per alcuni lavori di sistemazione. Non ha avuto scampo. Quando i primi soccorritori lo hanno trovato era già privo di vita all’interno della baita. La notizia si è subito diffusa a Domaso. Choc e dolore, tanti lo conoscevano come persone in gamba e sempre pronto a dare una mano. “Tita”, come detto, è stato anche ricordato ieri dal parroco.

 

I vigili del fuoco, assieme al Socorso Alpino, hanno trovato il suo corpo sabato in serata. Poco prima i familiari di Pozzi hanno lanciato l’allarme dopo avere provato, invano, a contattare l’uomo al telefono.

 

leggi anche
domaso statale regina chiusa auto polizia locale e transenne
Bella notizia
Domaso, fine dell’incubo dopo 48 ore: la statale Regina riaperta nel tardo pomeriggio

 

leggi anche
mario cerfoglio pescatore domaso il più vecchio del lago di como reti molo primo piano
Il personaggio
Domaso, Mario non molla: è il pescatore più vecchio del lago, 80 anni in barca!
commenta