Quantcast

Centro Valle Intelvi, secondo giorno di vaccinazioni. La presa diretta segui la diretta

Presa diretta dalla hub vaccinale di Centro Valle Intelvi. Il sindaco Pozzi: "Speriamo di poter proseguire anche per le altre fasce d'età"

Presa diretta di CiaoComo dalla nuova hub del Comune di Centro Valle Intelvi nel secondo giorno di vaccinazioni per gli over 80 residenti ad Alta Valle Intelvi, Laino e Colonno, in compagnia del sindaco Mario Pozzi, che ha voluto stendere un bilancio provvisorio dei primi due giorni di attività. «Superate le difficoltà iniziali sta andando molto bene – ha raccontato il primo cittadino di Centro Valle Intelvi – i cittadini sono contenti e stanno tutti lavorando al meglio delle loro possibilità. Ieri abbiamo vaccinato 145 persone, oggi 135 e domani probabilmente somministreremo altre 180 dosi ai residenti di Centro Valle Intelvi e Blessagno, che sono i più numerosi. Poi completeremo tutte le vaccinazioni a domicilio».

Secondo giorno vaccinazioni over 80 hub centro valle Intelvi

Presente anche l’assessore di Colonno Barbara Gerletti, che ha sottolineato l’importanza del coordinamento tra le forze in campo e la validità dell’organizzazione. «Oggi, nel secondo giorno di apertura, sono 16 i cittadini di Colonno che sono stati sottoposti a vaccinazioni, un’esperienza molto positiva per tutti. Poter dare un punto di riferimento sul territorio e appuntamenti così veloci è stato fondamentale ed ha ottenuto un’ottima risposta da parte del pubblico».

Secondo giorno vaccinazioni over 80 hub centro valle Intelvi

L’invito, per tutti, è quello di rispettare gli orari assegnati e non presentarsi troppo in anticipo, per evitare assembramenti e lunghe attese. «L’obiettivo, una volta esaurite le vaccinazioni per gli over 80 – ha concluso il sindaco Mario Pozzi – è quello di proseguire con le altre fasce d’età, dal momento che questa hub è stata riconosciuta dalla Regione Lombardia. Purtroppo non siamo ancora sul portale di poste italiane, ma contiamo e speriamo di risolvere la cosa in settimana, perché sarebbe un peccato non sfruttare questa opportunità anche per le prossime turnazioni vaccinali. Ringraziamo il prezioso aiuto e il grande lavoro di tutti i volontari, della Croce Rossa e degli Alpini, che hanno permesso lo svolgimento delle operazioni in sicurezza e senza intoppi».