Quantcast

La fotonotizia di CiaoComo

In Piazza Duomo sbarca “Dry Jourt”, l’opera comasca sull’urgenza della transizione ecologica

La posa dei primi  50 globi in piazza Duomo ha dato il via all’anteprima, fino al 5 aprile, della rassegna “WePlanet – 100 globi per un futuro sostenibile” che invaderà Milano dal 27 agosto al 7 novembre 2021. L’evento ha il patrocinio del Comune, della Regione Lombardia e del Ministero dell’Ambiente e ha lo scopo di sensibilizzare cittadini sui temi del cambiamento climatico e l’uso delle plastiche inquinanti.

Fondazione alessandro volta weplanet

Ed proprio quest’ultimo tema che ha voluto trattare la Fondazione Alessandro Volta con la sua partecipazione a Weplanet, il globo “Dry Jourt Un pianeta di plastica”. Il concetto di basso impatto ecologico si fonde con le fonti rinnovabili di energia, nel segno di Volta il globo di illumina grazie a pannelli solari e lampade a led. E’ un’opera che, come ha sottolineato il presidente di Fondazione Volta Luca Levrini, racchiude l’identità della nostra città, un’identità nuova che, partendo dal passato, ci invita ad un futuro come protagonisti della cultura energetica sostenibile. 

Fondazione alessandro volta weplanet

Gli artisti che hanno realizzato Dry-Jourt, entrambi studenti dell’Istituto Europeo di Design Como – indirizzo Pittura e linguaggi visivi, sono Evelina Maralla di Como, anno 1997.  Pietro Turati del 1999. Edoardo Brambilla, architetto, si è occupato della parte tecnologica dell’opera insieme all’informatico Luca Metta.

WePlanet  è una mostra a cielo aperto che, a partire dalla forma del globo terrestre e dall’uso di plastica riciclata, vuole ispirare la creatività di giovani artisti delle accademie d’arte oltre che di artisti e designer famosi. Ogni globo racconta la loro personale interpretazione del concetto di sostenibilità

Terminata l’iniziativa, i globi saranno battuti ad un’asta benefica organizzata da Sotheby’s e il ricavato  sarà devoluto a ForestaMi, in particolare all’Associazione Parco Segantini Onlus, all’Ospedale Niguarda e alla Fondazione Umberto Veronesi per la ricerca scientifica d’eccellenza contro i tumori, e alla Fondazione Arca Onlus che opera a sostegno dei poveri per l’assistenza e l’ integrazione.