Quantcast

Anomalie nelle prenotazioni vaccinali? Ditelo al COC, anche Cantù in aiuto ai cittadini foto

il Comune di Cantù invita i concittadini a rivolgersi al Centro Operativo Comunale in caso di anomalie nella gestione degli appuntamenti vaccinali

Consapevoli delle difficoltà che i cittadini stanno affrontando nell’accesso alle vaccinazioni, grazie all’accordo tra ANCI Lombardia e Regione, è stato possibile attivare un canale diretto e dedicato a disposizione dei Sindaci per segnalare alle ASST territoriali anomalie e problemi nella gestione degli appuntamenti: a tal fine, il Comune di Cantù rinnova l’invito ai propri concittadini a rivolgersi al C.O.C.Centro Operativo Comunale, attivato ad inizio pandemia e mai sospeso.

«Una rete territoriale capillare, capace di raccogliere e rispondere concretamente alle molteplici esigenze che in questo periodo di campagna vaccinale anti Covid-19 stanno emergendo. È questo l’obiettivo del Comune di Cantù –  haspiegato il sindaco, Alice GalbiatiPer questo invito i concittadini che dovessero riscontrare problemi nelle convocazioni per la vaccinazione, penso per esempio gli anziani ultra ottantenni costretti a recarsi a diversi chilometri di distanza dalla propria abitazione, a contattare il Centro Operativo Comunale – COC al numero 031 720397».

Alice Galbiati sindaco Cantù anomalie

Le anomalie, una volta segnalate al C.O.C., saranno immediatamente inoltrate ad ASST Lariana per una pronta presa in carico e risoluzione da parte del Sistema Sanitario.

«Un importante servizio al cittadino che integra il piano di assistenza già studiato dall’Amministrazione Comunale per l’attivazione delle vaccinazioni a domicilio per anziani, disabili e allettati» ha continuato Galbiati. Questo mercoledì 31.03.2021 avranno, infatti, il via le vaccinazioni a domicilio per persone fragili, grazie alla collaborazione con Croce Rossa, Protezione Civile, ANCI e medici di base. «È un piano articolato a livello locale e rafforzato dal recente coordinamento studiato da Regione, in collaborazione con Anci Lombardia, che prevede un maggior coinvolgimento dei sindaci nella campagna vaccinale».

Verranno, infatti, adottate alcune misure necessarie per consentire l’accesso ai Sindaci agli elenchi della campagna, con un duplice scopo: elaborare una più efficace comunicazione con il Terzo Settore per i servizi di assistenza ed evidenziare problematiche, criticità e soluzioni per migliorare la campagna vaccinale, adeguandola alle esigenze territoriali specifiche. «Siamo di fronte ad una importante forma di collaborazione tra enti – ha concluso il sindaco – che ci auguriamo porti a velocizzare e rendere più efficiente la campagna vaccinale sul nostro territorio».