Quantcast

“Priorità alla Scuola”, insegnanti e studenti in Piazza Duomo

in Piazza Duomo a Como la protesta di oggi dell'Unione degli Studenti, sostenuti da genitori e insegnanti, uniti nel movimento "Priorità alla Scuola"

Si è tenuta quest’oggi, 26 marzo, in Piazza Duomo a Como, la protesta dell’Unione degli Studenti, sostenuti da genitori e insegnanti uniti nel movimento “Priorità alla scuola” per la ripresa delle attività scolastiche in presenza e in totale sicurezza, chiedendo inoltre una riforma scolastica e didattica che tenga conto delle esigenze dei giovanissimi.

Protesta Priorità alla scuola

«Vogliamo che i ragazzi tornino in classe, ma in sicurezza – ha commentato una manifestante – chiediamo che il Recovery Fund dia priorità alla scuola: stop alle classi troppo numerose e ai treni troppo affollati, sì ad una scuola inclusiva, aperta e sicura, che investa sull’edilizia e gli arredi anche quando è chiusa. Ci auguriamo che dopo Pasqua la scuola riapra, ma per restare aperta. In questo momento non si sta tenendo conto della salute, fisica e mentale, dei ragazzi, della loro voglia di tornare a scuola, del loro bisogno di socializzazione».

Protesta Priorità alla scuola

«Oltre al ritorno a scuola in presenza – ha raccontato una rappresentante dell’UdS, Unione degli Studenti – noi chiediamo una vera e propria riforma del sistema scolastico italiano che, al momento, non garantisce nè la salute mentale dello studente nè un apprendimento funzionale dei contenuti e delle materie. In questi mesi abbiamo lanciato un progetto attraverso il quale gli studenti hanno la possibilità di raccontare la scuola che vorrebbero, con l’obiettivo di creare un manifesto di intenzioni comune a tutti».

Protesta Priorità alla scuola