Quantcast

La Regione conferma:”Accellerazione per gli Over80, dopo Pasqua completate le vaccinazioni” foto

Ecco la conferma:"Utilizzato il 96% delle scoret di Pfizer". Le categorie già coperte.

Vaccinazioni over 80, Letizia Moratti: “Dopo Pasqua, nei giorni immediatamente successivi alle festività, saranno completate le vaccinazioni over 80“ in tutta la Regione, comasco compreso. In questi giorni dovrebbero avvenire le ultime “chiamate” ai punti vaccini del nostro territorio. La vicepresidente e assessore al Welfare di Regione, Letizia Moratti appuntyo, fa il punto della situazione a ridosso delle giornate decisive per completare la vaccinazione alla popolazione anziana. “Le somministrazioni agli over 80 – dice Letizia Moratti – stanno proseguendo celermente, tanto che abbiamo utilizzato il 96% del vaccino Pfizer a disposizione, ovvero ben oltre le scorte. La Lombardia, in effetti, ha raggiunto il 50% dei vaccinati ‘over 80’. Al di sopra della media nazionale, che si attesta al 44%”.

Coperti: ospedali, Rsa, centri socio-assistenziali, forze ordine e metà personale scuola

Ad oggi – prosegue la vicepresidente – abbiamo effettuato circa 1,3 milioni di inoculazioni. Abbiamo vaccinato al completo gli operatori e gli ospiti delle residenze per anziani. Ed anche tutti gli operatori sanitari e non degli ospedali, mettendo così in completa sicurezza le strutture. Abbiamo vaccinato inoltre gli operatori di ogni centro socio-assistenziale, le forze dell’ordine e abbiamo coperto il fabbisogno, praticamente, già della metà del personale scolastico”.

Utilizzato 81% del totale dei vaccini consegnati

Un risultato che l’assessore evidenzia. Anche alla luce dello stop forzato del vaccino AstraZeneca la settimana scorsa: “Nel complesso ad oggi – conclude Letizia Moratti – abbiamo utilizzato l’81% dei vaccini che ci sono stati consegnati, considerato che per tre giorni siamo stati fermi, in attesa delle decisioni dell’Ema”.

 

 

Nel comasco, proprio in questi giorni, le vaccinazioni si stanno incrementando anche se molti ci hanno scritto in redazione su spostamenti troppo eccessivi per le somministrazioni. IN particolare le persone di centro ed alto lago.