Quantcast

Da Regione Lombardia 3,4 milioni per Università Insubria e Bicocca

Per accrescere la competitività del sistema Regione Lombardia ha scelto di puntare sullo sviluppo di ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico grazie a nuovi Accordi di collaborazione con gli Atenei, finanziati attraverso il ‘Piano Lombardia’ (l.r. 9/2020) per la ripresa economica. Lo stanziamento complessivo è di 13,5 milioni di euro per le 8 Università pubbliche lombarde.

A ciascuna di queste sono destinate risorse parti a 1.687.500 euro, a copertura massima del 50% del costo degli interventi. Nell’ambito dell’Accordo di collaborazione con l’Università degli Studi dell’Insubria, il contributo risulta pari al 45,63% del costo complessivo previsto di 3.697.395 euro, mentre con Università degli Studi Milano-Bicocca il contributo di Regione Lombardia corrisponde al 50% del costo complessivo del progetto che ammonta a 3.375.005,34 euro.

“L’obiettivo degli accordi con le Università – ha precisato l’assessore all’Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione Fabrizio Sala – è quello di venire incontro ai reali bisogni degli atenei e degli studenti, legando sempre di più il mondo universitario a quello produttivo delle imprese, a stretto contatto con il territorio. E’ una strategia che abbiamo ormai consolidato negli anni e che sta dando grandissimi risultati. Le Università sono interlocutori fondamentali delle nostre politiche per l’innovazione”.

ACCORDO CON UNIVERSITA’ DELL’INSUBRIA – Due le iniziative con l’Università degli Studi dell’Insubria. La prima riguarda la modernizzazione delle attrezzature in dotazione del Centro di Ricerca e Trasferimento Tecnologico attraverso l’acquisto di unità di simulazione odontostomatologiche, di una piattaforma di sequenziamento diagnostico, di uno spettrometro di massa e di un sistema di elaborazione per Big Data.

La seconda, invece, si pone l’obiettivo di ristrutturare, recuperare e adeguare gli spazi per il Centro di Ricerca e Trasferimento Tecnologico attraverso il recupero funzionale e la ristrutturazione di una porzione della ‘struttura per convegni’ dell’edificio di Via Ravasi, 2 a Varese e l’adeguamento funzionale dei padiglioni Ex Colonia Agricola e ‘Bassani’ sempre a Varese.

“E’ fondamentale per Regione Lombardia – ha aggiunto l’assessore Sala – che le nostre Università possano eccellere nelle strutture e nelle attrezzature per creare le migliori condizioni affinché studenti, docenti e ricercatori possano sviluppare ricerca e innovazione superando anche tutte le difficoltà legate a questa emergenza Covid-19”.