Quantcast

La fotonotizia di CiaoComo

Che succede nella Torre Gattoni? Dante ci cova

Si avvicina la giornata in cui verrà celebrata la 2° edizione del DANTEDI, ossia la Giornata Nazionale di Dante istituita ufficialmente l’anno scorso che, da allora, tutti gli anni ricorrerà il 25 MARZO.

Quest’anno siamo entrati negli anni venti del XXI secolo con la comunicazione del riconoscimento del Patrocinio del Comitato Nazionale per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri al progetto Dante’s Dream, ideato da Fabius Constable ormai vent’anni fa.

L’artista, fondatore e direttore della Celtic Harp Orchestra, spinto da una forte ispirazione musicale, aveva cominciato a raccogliere le storie raccontate dai personaggi dell’Inferno e il progetto, cresciuto negli anni, ha preso inizialmente il titolo completo di Dante’s Dream – Musiche dall’Inferno. Si tratta di un insieme di composizioni originali per restituire vita all’immensa opera Dantesca il cui titolo, successivamente, è stato declinato ne: I fiori dell’inferno, proprio per il modo in cui i diversi stili musicali ne fanno emergere il messaggio positivo.

“Dante’s Dream – Tutte quelle vive luci” arriva invece proprio a un anno esatto dall’inizio della pandemia: il progetto si sviluppa fino al Paradiso della Divina Commedia ed è forte il desiderio di fare memoria di tutte le persone che ci hanno lasciato, senza che potessimo accompagnarle nell’ultimo viaggio.

Proprio un anno fa, quando eravamo chiusi nelle case con l’obbligo di non uscire, traumatizzati da quello che stava accadendo, l’artista cominciò delle esecuzioni in remoto dal progetto: Dante’s Dream “Ulisse” che, in quel particolare frangente, assunsero la funzione di un’ancora ideale sufficientemente salda alla quale aggrapparci, per resistere alla tempesta che si stava scatenando.

Era il 25 marzo 2020, il primo Dantedi.  Per il prossimo 25 marzo – il giorno è stato identificato dagli studiosi come il giorno in cui Dante iniziò il suo viaggio ultraterreno – Fabius Constable e la Celtic Harp Orchestra hanno voluto elaborare qualcosa di speciale intorno alla musica ispirata dal Canto V dell’Inferno: nell’attesa dell’evento l’invito degli organizzatori è quello di rispolverare la Divina Commedia e rileggere questo canto: “Perché l’opera di Dante potrebbe condurci attraverso questa pandemia”.

dante in torre gattoni
dante in torre gattoni

La realizzazione si è svolta proprio nel cuore di Como, all’interno della splendida residenza storica della Fam. Mantero, per gentile concessione della proprietà che si è detta felice di offrire il proprio sostegno ospitandola.

Parole di Dante Alighieri, musica di Fabius Constable, canta Donatella Bortone, esegue la Celtic Harp Orchestra, per dirla alla Festival di Sanremo.

Bisognerà aspettare fino al 25 marzo e collegarsi al sito del Ministero Beni e Cultura – Dante 700, di cui verrà reso noto il link, per scoprire di cosa si tratta, ascoltare le parole del Sommo Poeta e la musica della Celtic Harp Orchestra.

Al Patrocinio del Comitato Dante 700, che ci accompagnerà per tutto il 2021 (DANTE2021), si aggiungono il Patrocinio dell’Ente Provincia di Como e il Patrocinio del Comune di Como.