Quantcast

Como piange il papà della “Nuvola”: addio in queste ore a Giuseppe Beretta

Dal Golosone in centro ai negozi di Camerlata e piazza Boldoni. Un impero fatto con serietà e dedizione.

Tutti lo chiamavano Peppino. Ma Giuseppe all’anagrafe. Comasco, 72 anni, se n’è andato in queste ore – e lo piangono in tanti – quello che per molti è stato una sorta di re del pane della città: Giuseppe Beretta. Da qualche giorno ricoverato in ospedale per le conseguenze del virus, ha avuto un agravamento delle condizioni in queste ultime ore. Lutto in città perchè nel 1975 ha preso in mano le redini dell’attività avviata dal padre Carlo qualche anno prima e l’ha fatta diventare fiorente e ben conosciuta dai comaschi. Un autetico impero, costruito con serietà, passione e molto impegno.

giuseppe beretta fornaio como con suoi prodotti tipici negozio

Pane, certo, ma non solo. Anche dolci e tanto altri. Il suo prodotto più conosciuto forse è la “Nuvola”, docle tipico della città. Ha aperto diversi punti vendita tra cui il “Golosone” in via Luini negli anni 80, frequentatissimo. Il più grosso forse vicino alla Motorizzazione a Camerlata, meta giornaliera di centinaia di persone. In città uno dei suoi punti vendita in piazza Boldini, anche qui con una fedelissima clientela. Molti lo conoscevano anche se lui è sempre stato molto riservato e schivo. Oggi i suoi dipendenti lo ricordano con affetto ed un sorriso. Il suo sorriso che riservava sempre a loro quando li incontrava nei negozi. Aveva 72 anni, come detto, Il funerale ancora da fissare.