Quantcast

La denuncia pubblica di Venneri:”Insulti e minacce per avere difeso Patrick Zaki” foto

Il portavoce delle sardine di Como si sfoga:"Messaggi pieni di odio sui social, prendiamo le distanze"

Insulti, minacce, intimidazioni vere e proprie. Che ha già provveduto a fare avere alle autorità competenti. Poi questa denucia pubblica che riportiamo integralmente e che ci ha fatto arrivare in redazione in queste ore. Luca Venneri, fondatore e portavoce del movimento delle Sardine di Como, si ritrova al centro di commenti pesanti per avere modificato l’immagine della sua pagina di Facebook in home page: si è “camuffato” da Patrick Zaki per sollecitare la cittadinanza nei suoi confronti. Il ragazzo – vale la pena ricordarlo- è tuttora in carcere in Egitto con i tempi della sua detenzione che si allungano a dismisura Da qui la scelta di Venneri di riportare al centro dell’attenzione questo episodio ad oltre un anno dal fermo dello studente in Egitto.

 

luca venneri difende patrick zaki e viene minacciato sui social

 

Questo il post di Venneri in queste ore e le sue parole

 

Non mi sono mai mancate le parole. Chi mi conosce sa che posso scrivere chilometri di post.
Oggi non è così
Questi giorni ho ricevuto molti attacchi, insulti e minacce per il mio impegno politico e con le sardine.
Ogni parola non rende abbastanza l’idea dell’acre disgusto che provo per questi messaggi.
Le sardine nascono contro l’odio che attraverso i social molte, troppe volte, diventa gesto d’odio. Le sardine nascono perché nella bellezza troviamo l’unico modo per salvarci tutti quanti.
Queste parole riportate qui sotto, da sole, giustificano i motivi per cui deve esistere una legge contro l’incitamento all’odio. Queste parole sono la più bassa espressione dell’uomo che, nei social, si sente un leone e crede che tutto sia concesso.
Sono offeso, non solo perché vengo insultato e minacciato. Sono offeso perché, in tutto questo, non si ha rispetto per la sofferenza di bravo ragazzo che si chiama Patrik Zaki. Tutto questo è meschino e inumano. Tutto questo è inaccettabile e non possiamo rimanere indifferenti come essere umani. L’indifferenza è inaccettabile.
Oggi dobbiamo risolutamente prendere tutti distanza da queste parole.