Quantcast

Adesso c’è anche la conferma: la Lombardia torna in zona arancione da settimana prossima foto

Il monitoraggio dell Iss presentato poco fa. Gianni Rezza:"Tendenza al peggioramento, si deve bloccare il diffondersi di varianti e focolai"

Ci sono Regioni considerate a rischio elevato tra cui la Lombardia con tendenza al peggioramento“. Da qui la scelta – ancora da ufficializzare anche se appare scontata – di un passaggio dalla zona gialla a quella arancione per l’intera nostra regione da lunedì prossimo. La conferma dai vertici dell’Iss (Istituto superiore della sanità) e del Ministero. “Si deve intervenire duramente e con tempestività per fermare le varianti: contenimento e vaccinazioni” così il Direttore generale di prevenzione del Ministero Gianni Rezza. Lo stesso Rezza non ha escluso la necessità di intervenire sulle scuole:”Finchè possibile la didattica a distanza ok, ma dobbiamo essere pragmatici: si deve intervenire per fermare focolai e varianti”. Lasciando intendere che le superiori potrebbero ritornare in Dad anche da noi a breve.

test e tampone per chi torna da paesi esteri dalle vacanbze

 

Ora si aspetta la conferma dal Ministero Speranza: la sua ordinanza a breve. Per Lombardia, Piemonte e Marche il passaggio in zona arancione, Molise e Basilicata in rosso.

 

Situazione delicata in tutta Italia anche se preoccupa – anche in Lombardia – una crescita costante dei focolai nelle scuole. Mezza buona notizia: nessun ragazzo presenta sintomi gravi. Mezza notizia negativa: tante le classi, anche nel comasco, costrette a svolgere elzioni a distanza per la quarantena. Nel presentare i dati oggi il direttore generale della prevenzione del Ministero, Gianni Rezza, ha spiagato che in queste settimane si assiste ad una particolarità: meno positivi sopra gli 80 anni. “Dobbiamo accelerare e fare presto e bene con i vaccini” la sua conclusione.

 

Da Rezza anche la precisazione sulla variante inglese che è presente anche in Italia:”E’ la più trasmissibile, con velocità che è difficile tenere sotto controllo, anche se non particolarmente pericolosa rispetto alla precedente”.

 

 

https://www.youtube.com/watch?v=3ndY97z9aZo

La conferma, dalla Regione in attesa della firma dell’ordinanza, in serata. Il presidente del consiglio regonale, Alessandro Fermi, ha dato l’annuncio sul suo profilo Facebook: da lunedì ancora in zona arancione. Ieri sera, nella diretta da noi (sopra), aveva lasciato intendere che i margini di manovra per restare in zona gialla erano oggettivamente pochi.