Storia e storie della serie tv su San Patrignano: il 19 febbraio All’Insubria un webinar aperto al pubblico

La serie televisiva su San Patrignano visibile sulla piattaforma Netflix che ha dato origine ad una serie di commenti, anceh autorevoli, sulla stampa nazionale, è argomento di un webinar proposto dal corso di laurea in Storia e storie del mondo contemporaneo e dal Centro di ricerca Mass media e società dell’Università dell’Insubria venerdì 19 febbraio alle ore 16.

«Sanpa. Un caso di storia globale ancora aperto: medicina, televisione, politica» si basa sul docu-fiction di Netflix per raccontare la figura di Vincenzo Muccioli (1934-1995) e la comunità di San Patrignano, da lui fondata nel 1978 per il recupero e la riabilitazione dei tossicodipendenti.

Tra i relatori Antonio Maria Orecchia, professore di Storia dell’Italia contemporanea, che spiega: «La fiction ha riscosso un enorme successo e discussioni e polemiche hanno subito investito la politica, la medicina e il mondo televisivo e dell’informazione. E non c’è da stupirsi perché il tema è ancora attuale: si tratta dei giovani, della droga, delle risposte della politica e della medicina. Insomma questioni ancora aperte che dalla tv rientrano nella nostra vita quotidiana e sono già argomento di studio e di storia».

Il titolo dell’intervento di Antonio Maria Orecchia è «L’Italia e San Patrignano: specchio di una storia del Paese». Andrea Bellavita, professore di Storytelling e Fiction Tv, affronta il tema «Docu-fiction: evento, testimonianza, intrattenimento». Marcello Diurni, psicoterapeuta e responsabile del Cps di Varese della Asst dei Sette Laghi, approfondisce «Il trattamento delle tossicodipendenze: paternalismo e scienza»

L’incontro è su Microsoft Teams ed è aperto a tutti gli studenti e al pubblico, con possibilità di intervenire nella discussione. Modera Katia Visconti, coordinatrice del Corso di laurea in Storia e storie del mondo contemporaneo.

PER PARTECIPARE AL WEBINAR CLICCA QUI