Rebbio, i carabinieri arrestano una bandante violenta: urla e percosse alla pensionata foto

Risultanze investigative che inchiodano la donna. Fermata oggi in un'altra abitazione.

La stazione dei carabinieri di Rebbio, nella mattinata odierna, ha eseguito una ordinanza cautelare in carcere ai danni di una cittadina ucraina, classe 58, regolare sul territorio e residente a Como. La donna, nella prima metà del 2020, in qualità di badante assisteva una anziana del 39, assunta con regolare contratto comprensivo di vitto e alloggio. da risultanze investigative, ha maltrattato ripetutamente la vittima con urla, percosse e violenze gratuite.

 

I familiari da subito hanno iniziato a notare lividi, che però venivano falsamente attribuiti dalla badante a colpi involontari (su mani e glutei principalmente); i carabinieri, grazie all’ausilio della famiglia, hanno raccolto vari elementi che hanno portato la Procura ad applicare la misura cautelare, considerato che l’arrestata continuava a fare la badante in un’altra di casa di Como da dove è stata prelevata stamattina ed accompagnata in carcere.