Allarme Ats Insubria:”Aumentano i giovani positivi. Attenti, potete uccidere i vostri cari…” foto

Nell'ultima settimana crescita di contagi e classi in quarantena. Il direttore sanitario:"Vedo troppi ragazzi senza mascherina".

Forse è un caso, ma i dati sono questi: nell’ultima settimana – come confermano i vertici Ats Insubria – i contagi Covid sono tornati a salire in tutto il territorio di competenza, da Como a Varese. Oggi il direttore sanitario, nel corso del consueto punto stampa, ha rilanciato l’apprensione per questo fatto. I dati relativi al periodo dal 4 al 10 febbraio infatti parlano di 2.015 nuovi positivi tra Como e Varese, di cui rispettivamente 894 e 1.121.

La situazione è più allarmante tra i giovani, in particolare per la fascia d’età sotto i 24 anni: nelle ultime settimane è stato registrato un progressivo aumento dei contagi. “La scuola secondaria di secondo grado ha avuto un’impennata di ragazzi in quarantena. Io stesso – ha aggiunto con preoccupazione Giuseppe Catanoso, direttore sanitario Ats Insubria – ho visto molti gruppi di giovani che tenevano abbassata la mascherina. No, sbagliarto, non si fa: questi ragazzi devono capire che potrebbero contagiare i genitori ma soprattutto uccidere i loro nonni”.

 

I dati infatti segnalano 2981 segnalazioni di quarantene delle scuole del territorio di Ats, di cui 1092 alunni a casa in provincia di Como. E’ stato dato un aggiornamento anche sulle varianti del virus identificate sul territorio di Ats Insubria: 23 inglesi (al momento 6 soggetti sono positivi), 1 brasiliana, 1 sudafricana (al momento positivo). Ma sempre Ats ha precisato ancora una volta che, per il momento, non sussitono elementi tali da generare allarme. Situazioni serie, da attenzionare con cura si. Queste variabili del Covid sono le vare variabili delle prossime settimane.