Camerlata, la polizia chiude il centro massaggi per cinque giorni: violazioni anti-Covid

Mancanza delle norme e dei cartelli. Una dipendente non in regola: espulsa dall'Italia.

Nella giornata di ieri personale della Divisione Amministrativa e Sociale della Questura di Como ha effettuato un controllo presso il Centro Massaggi Tuina di Via Pasquale Paoli a Camerlata. All’nterno il personale ha riscontrato il mancato rispetto delle norme igienico-sanitarie oltre a diverse violazioni della normativa Anti-Covid.

L’addetta al massaggio, per esempio, non indossava la mascherina e non vi era nessun tipo di informativa prevista per contrastare l’emergenza pandemica. In particolare, inoltre, una delle dipendenti non era in regola con le norme sul soggiorno. Per questi motivi, l’esercizio è stato chiuso per 5 giorni e i gestori sanzionati ai sensi della normativa anti-covid. La cittadina straniera irregolare è stata espulsa.