“L’elisir d’amore. Una fabbrica di idee” da Como alla Francia per il giovane pubblico di Opera Domani

Anche in Francia i teatri sono chiusi al pubblico, ma si può andare in scena, e dalla scena è possibile raggiungere spettatori di ogni età tramite riprese e nuovi format video, destinati a piattaforme televisive e digitali. Così Opera domani non si ferma e riporta in scena a Parigi, in francese, nel prestigioso Théâtre des Champs-Élysées, una produzione del 2019, Elisir d’amore. Una fabbrica di idee, XXIII edizione di Opera domani, in co-produzione con l’Opéra di Rouen che, nel 2019, aveva avvicinato all’opera più di 150.000 tra bambini ed insegnanti, con una tournée che, solo in Italia, aveva fatto registrare 150 alzate di sipario.
“Essere a Parigi è un grande risultato –  afferma Barbara Minghetti, curatrice e fondatrice dei progetti di Opera Education –  ed è emozionante sapere che tradotto in francese, come sono stati tradotti i laboratori, i tutorial, il kit dello spettatore, i percorsi per i bambini e gli insegnanti, il nostro Elisir d’amore di opera domani era atteso e, anche a porte chiuse, il Théâtre des Champs-Élysées ha deciso di allestirlo e riprenderlo, per poi trasmetterlo e far interagire i bambini, le famiglie, le classi che si erano preparate, tramite una fruizione digitale interattiva ed immersiva. È una soddisfazione constatare come la sperimentazione portata avanti nei mesi scorsi, con l’approccio testato con Rigoletto. I Misteri del Teatro e la piattaforma di opera on demand, è stata sposata ed accolta anche a Parigi, senza riserve, in un Teatro ed un team, che ci ha seguito anche nell’innestare all’interno dei percorsi laboratori con il linguaggio dei segni. Non potremo ascoltare i cori di bambini esultanti ed entusiasti cantare Elisir in francese dalla platea, ma li potremo immaginare. Avremo dovuto andare anche in Oman e prepararli in arabo… altre tournées importanti all’estero erano calendarizzate e dovranno essere riprogrammate. Intanto ringrazio il Théâtre des Champs-Élysées, che, nonostante le difficoltà, ci ha accolto e ci ha permesso di lavorare in piena sicurezza.”

Il nostro Elisir d’amore. Una Fabbrica di idee, -afferma il regista Manuel Renga–  che, nato al Teatro Sociale di Como/ AsLiCo, è poi andato in scena in oltre cento repliche in Italia, è arrivato finalmente anche a Parigi. Stiamo infatti ultimando il riallestimento francese dello spettacolo con un nuovo cast. In tempo di pandemia, quando ogni speranza di riaprire i teatri sembra ancora lontana, qualche piccola luce brilla. È così che mi trovo qui a Parigi a lavorare in totale sicurezza, con compagnia e comparto tecnico regolarmente controllato, per andare in scena con un’opera partecipativa per il pubblico giovane.
La forza del progetto Opera Education è proprio quella di avere una forte componente interattiva con bambini e ragazzi nel pubblico; venendo a mancare il loro apporto, il progetto si sta reinventando con un format video che mira, pur sapendo bene di non poter sostituire lo spettacolo dal vivo, a rendere comunque protagonisti i giovani spettatori che lo vedranno da casa o da scuola. 
L’idea che il team di Como ha avuto con la produzione di Rigoletto lo scorso anno è stata vincente e da lì si è partiti per questo nuovo Elisir d’amore. Una Fabbrica di idee. Mi sento estremamente fortunato ad essere qui, a poter salire su un palco importante come quello del Théâtre des Champs-Élysées, in un momento in cui poter lavorare è considerata una fortuna. Questo significa che i Teatri possono lavorare in sicurezza, lo stanno facendo, e altrettanto in sicurezza si possono trovare modalità di fruizione per gli spettatori.”

 

Un Elixir d’amour
Une fabrique à idées,
d’après Gaetano Donizetti

Toute la tendresse et la drôlerie de l’opéra de Donizetti dans une version adaptée pour le jeune
public.
Marc Leroy-Calatayud | direction
Manuel Renga | mise en scène
Aurelio Colombo | scénographie, costumes Henri Tresbel | traduction et adaptation du livret
Dima Bawab / Norma Nahoun | Adina
Matthieu Justine / Sahy Ratia | Nemorino Jean-Christophe Lanièce | Belcore Thibault de Damas |
Dulcamara
Sara Gouzy | Gianetta / Ouvrière de l’usine / Invitée au mariage
Natalie Pérez | Ouvrière de l’usine / Invitée au mariage
Norma Nahoun / Dina Bawab | Ouvrière de l’usine / Invitée au mariage
Raffaella Gardon, Julien Chaudet, Romain Valembois | comédiens
Les Frivolités Parisiennes
Opéra chanté en français, surtitré en français