Linea diretta con il sindaco Landriscina: lavori stradali e sicurezza segui la diretta

Consueto appuntamento della domenica mattina con il sindaco di Como Mario Landriscina. Il punto su vaccini, sicurezza, cultura e lavori stradali

Line diretta con il sindaco Mario Landriscina, ormai un appuntamento fisso della domenica mattina di CiaoComo, in cui il primo cittadino comasco fa il punto della situazione rispetto a diverse tematiche di interesse pubblico, tra lavori stradali, sicurezza, vaccini e cultura. «Da domani mattina saremo in zona gialla, la speranza è che la situazione si stabilizzi, anche se va costantemente monitorata. La mia preoccupazione è legata ai vaccini, perché arrivino nei tempi, nei numeri e nei modi previsti. Noi ci siamo e siamo pronti a fare la nostra parte. Il bisogno primario di tutti è quello di arrivare, finalmente, a vincere questa battaglia».

«Per quanto riguarda le segnalazioni rispetto alla sicurezza di alcune zone e strade della città, le forze di polizia sono allertate su tutte le zone critiche e lavorano in sinergia tra loro. Il numero di telecamere installate aumenta di mese in mese, compatibilmente con il bilancio amministrativo del Comune, e prossimamente cercheremo di rispondere alle richieste di vigilanza inoltrate degli abitanti di Piazza Volta, oltre che per le zone Ippocastano e San Francesco».

diretta Landriscina lavori stradali

«Mai come adesso le strade sono martoriate, stiamo facendo un sacco di lavori e prima o poi arriveremo dappertutto. In città abbiamo qualche centinaio di chilometri di strade da sistemare e asfaltare. Nei prossimi mesi prenderanno il via tantissimi lavori stradali, rifaremo l’illuminazione cittadina, per la quale siamo già partiti e la fibra sarà finalmente sistemata. A questa aggiungiamo l’asfaltatura, la copertura dei buchi e i marciapiedi da mettere a posto. Ci sarà da soffrire dal punto di vista della viabilità, ma sono cose che vanno fatte».

«La Ticosa è tornata nelle disponibilità della città e fra qualche settimana il terreno sarà sottoposto a bonifica, che dovrebbe essere completata in primavera. Nel frattempo stiamo pensando a cosa farne dopo».

«Sulla cultura a breve avrete notizie, stiamo facendo progetti importanti condivisi con soggetti significativi e cercheremo di raccogliere e coinvolgere tutte le realtà che si occupano di essa, in modo da creare una visione comune e trasversale. Chi ha proposte si faccia avanti».