Tante assenze, a Torino una resa a testa alta per la Comonuoto Recoaro (15-11) foto

I lariani tengono testa agli avversari trascinati da uno scatenato Novara. Quattro reti per Rosanò.

Niente da fare per la Comonuoto Recoaro nel secondo match di questo campionato di A2 maschile di pallanuoto. La formazione lariana superata a testa alta (15-11) a Torino. Ed a trascinare la squadra di casa uno scatenato Giacomo Novara, numero 11 della formazione guidata da Aversa, alla fine autore di ben otto reti delle 15 realizzate dai suoi. Incontenibile, mattatore per il Torino81, mentre la Como Nuoto Recoaro ha mostrato carattere e combattività, tenendo bene il confronto . Se Novara ha fatto la differenza, bene anche le prestazioni di Rosanò (Comonuoto), autore di quattro reti, doppietta per Gennari. I giovani che crescono bene.

 

Alla fine uno stop più che dignitoso per i lariani, scesi in vasca con alcune assenze importanti (Viola e Zanetic su tutti). Gara in equilibrio per larghi tratti, solo nel secondo tempo i piemontesi hanno preso il largo piazzando il break decisivo. Tra due settimane la prossima sfida anche se sempre lontano da casa per la cronica assenza della piscina a Muggiò. Un “tarlo” che il presidente Bulgheroni si porta dietro da tanto tempo.

 

Foto di Iza Piacentini