I carabinieri a casa sua: gli trovano due fucili e tre etti di marijuana, finisce in carcere foto

Operazione dei carabinieri di Olgiate Comasco. Armi illegalmente detenute e mai regolarizzate.

I carabinieri della stazione di Olgiate Comasco, ieri pomeriggio, hanno tratto in arresto un 36enne residente in paese: a seguito di perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di numerose armi e di stupefacente. Per le pistole ed i fucili, tramite immediate ricerche, è stato possibile chiarire che si trattava di armi legalmente detenute dal padre. Tuttavia essendo il genitore deceduto tempo prima, la posizione andava regolarizzata con la prevista denuncia (cosa che in ogni caso non sarebbe stata possibile, non avendo l’arrestato il titolo idoneo-avrebbe quindi dovuto cederle). Dal conteggio però sono rimasti fuori due fucili, detenuti clandestinamente: uno di questi riportava la matricola abrasa, mentre il secondo ne era totalmente privo.

 

Nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti quasi 3 etti di marijuana, suddivisa in barattoli, di fianco ad un bilancino di precisione: tutte circostanze che fanno ipotizzare la detenzione ai fini di spaccio. Al termine degli accertamenti, l’uomo è stato portato in carcere di Como.