Ritrovati a Como i due quattordicenni scomparsi da mercoledì

Lieto fine per i due amici quattordicenni che mercoledì mattina erano usciti per andare a scuola senza fare ingresso negli istituti

Si sono concluse nella mattinata di oggi, venerdì 29 gennaio, fortunatamente con un lieto fine, le ricerche dei due quattordicenni, un ragazzo e una ragazza, che mercoledì si erano allontanati dalle rispettive abitazioni senza lasciare tracce. I ragazzi erano usciti di casa quella mattina per recarsi a scuola ma, in realtà, non hanno mai fatto ingresso negli istituti.

Non vedendo rientrare i propri figli a casa i genitori, preoccupati, si sono recati in Questura e presso la Stazione dell’Arma dei Carabinieri per denunciarne l’allontanamento ipotizzando che i due giovani, amici, fossero insieme. In quella sede i genitori, oltre alla descrizione dettagliata dei due minori e del loro abbigliamento, hanno fornito alla Polizia di Stato e all’Arma dei Carabinieri alcune fotografie di entrambi. Da quel momento, attivato il protocollo per la ricerca delle persone scomparse, entrambe le Forze di Polizia hanno avviato ogni attività utile alla localizzazione e al rintraccio.

generica carabinieri erba auto con portiera due quattordicenni

Le ricerche, avviate anche in ambito nazionale, sono proseguite senza sosta giorno e notte e sono state perlustrate da cima a fondo le piazze e i luoghi solitamente frequentati dai due quattordicenni fino a quando, finalmente, poco prima delle 9.00 di questa mattina, una pattuglia della Squadra Volante della Polizia di Stato, durante l’attività di pattugliamento finalizzato alle ricerche, transitando a Como in Via Sirtori ha notato un ragazzo il cui abbigliamento corrispondeva alla descrizione fornita dai genitori e immediatamente lo ha fermato per identificarlo; il ragazzo, allora, dopo aver esitato un primo momento ha ammesso di essere il ragazzo che si stava cercando.

Gli agenti, allora, intuendo che anche la ragazza potesse trovarsi nelle vicinanze, hanno perlustrato dettagliatamente la zona,  individuandola qualche minuto dopo nei pressi di piazzale Gerbetto. I due minori, dopo essere stati accompagnati in Questura per gli adempimenti di rito, ed aver finalmente riabbracciato i genitori, sono stati condotti in ospedale per verificare il loro stato di salute.