Lipomo ed i furti che non si fermano: il Prefetto convoca il sindaco e dispone i controlli foto

Punto della situazione dopo tanti assalti. Il rappresentante del Governo ed il primo cittadino: servizi mirati da subito.

Un notevole incremento dei furti. Con la gente allarmata da qualche settimana a questa parte. Lipomo chiede più sicurezza dopo i recenti assalti in casa dei ladri tanto che anche il Prefetto ha convocato il sindaco Alessio Cantaluppi per mettere a punto un piano di intervento. Già operativo in questi giorni con più controlli delle forze dell’ordine, carabinieri e reparto speciale della Polizia compresi. Dalla Prefettura, in queste ore, anche una nota ufficiale.

 

Si è tenuta in Prefettura una Riunione Tecnica di Coordinamento dei Responsabili Provinciali delle Forze di Polizia, convocata e presieduta dal Prefetto Andrea Polichetti, avente ad oggetto il fenomeno dei furti in abitazione, che ha fatto registrare recentemente un estemporaneo incremento nel Comune di Lipomo.

Alla presenza del Sindaco, sono stati preliminarmente esaminati i dati statistici concernenti l‘andamento della criminalità nella zona di interesse, dai quali si è potuto evincere che il trend delinquenziale, fino al 2018 in costante crescita, ha conosciuto a Lipomo un dimezzamento nei due anni successivi, sino ad inizio del corrente anno, allorchè è tornato esponenzialmente in aumento, in linea con i numeri del 2018 e degli anni precedenti.

In relazione a quanto sopra, nell’ambito dei rapporti di reciproca collaborazione esistenti tra Comune e Forze dell’Ordine, sono stati forniti al Sindaco suggerimenti in ordine a possibili iniziative atte a prevenire e contrastare con maggior efficacia i fenomeni di criminalità diffusa e predatoria, che vanno dal potenziamento dell’organico della Polizia Locale al miglioramento dell’illuminazione pubblica nelle aree ritenute più a rischio, dall’implementazione dei sistemi di videosorveglianza con lettura targhe già presenti sul territorio comunale alla condivisione delle immagini, mediante accesso in remoto, con la Centrale Operativa della Stazione Carabinieri territorialmente competente.

In detto contesto, sia il Prefetto che il Sindaco hanno dato atto dei proficui risultati indotti, sul piano preventivo, dalla predisposizione e attuazione di mirati servizi di vigilanza e controllo del territorio, tuttora in corso a cura delle Forze dell’Ordine, anche con l’ausilio di unità di rinforzo del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato.