Contagi in discesa nelle ultime settimane da noi:”Ma attenzione alta per scuole e Rsa” foto

Bilancio di Ats Insubria, dati migliori anche se non mancano insegnanti ed alunni in quarantena".

Dati migliori, scende il numerto di persone positive in tutto il territorio di Ats Insubria, comasco compreso. La conferma arriva proprio dal report dell’andamento settimanale di Ats. “Analizzando le ultime settimane – ha spiegato il direttore sanitario dell’Ente Giuseppe Catanoso – C’è una tendenza alla riduzione dei nuovi casi, temevo il rischio di aumento con l’apertura delle scuole ma per fortuna sembra che questo non stia avvenendo. Lo vediamo anche dalle fasce di contagio: la parte che riguarda i giovani non è ancora aumentata, nonostante ci sia stato segnalato un gran numero di alunni e insegnati posti in quarantena”. Nella settimana dal 16 al 22 gennaio infatti i nuovi positivi in provincia di Como sono stati 1018 a fronte di circa 12mila tamponi effettuati.

 

Attenzione alta anche sulle Rsa, soprattutto dopo il focolaio che si è acceso in una delle sedi della Ca’ d’Industria a Como. Il direttore socio sanitario di Ats Ettore Presutto spiega: “Non mancano alti e bassi in alcune realtà. Tendenzialmente c’è riduzione dei contagi per ospiti e operatori, Ca’ D’Industria ci ha comunicato casi in aumento, è un caso eccezionale, stiamo analizzando la situazione e intervenendo con gli strumenti che abbiamo a disposizione. Ed al momento sono poco più di 500 gli ospiti contagiati su tutta Ats, molto inferiore ai 1.000 registrati a dicembre”.