Bando a favore delle attività canturine sospese, ammesse 122 domande

Chiuso il bando da 185 mila euro a sostegno delle attività economiche canturine sospese, tra esercizi commerciali ambulanti e con sede fissa

Lunedì 7 dicembre 2020 si è chiuso il bando da 185 mila euro a sostegno delle attività economiche canturine colpite dalle norme anti-contagio Covid-19 con la presentazione di ben 154 domande, tra esercizi commerciali ambulanti e con sede fissa.

«L’Amministrazione Comunale ha avviato sin da subito i lavori per la liquidazione delle domande – ha dichiarato il vicesindaco e assessore alle Attività Economiche, Giuseppe Molteniin considerazione delle difficoltà delle attività fortemente penalizzate dall’attuale emergenza sanitaria».

Delle 154 domande di accesso al bando:

92 su 116 sono state classificate come ammissibili per le attività svolte in sede fissa e 16 sono state escluse. L’importo totale che verrà liquidato è pari a 71.600€;

Delle 38 domande complessive presentate per attività esercenti il commercio ambulante, 30 sono state classificate come liquidabili, per un totale di 7.500€ e solo una è stata esclusa.

Il bando, promosso attraverso i canali di comunicazione del Comune di Cantù e la stampa locale, con il coinvolgimento delle associazioni di categoria, è stato attentamente studiato per favorire gli esercizi di vicinato, bar, ristoranti, centri estetici e commercianti ambulanti, provati dalle misure anticontagio: per tale ragione, l’Amministrazione Comunale ha deciso di non stilare una graduatoria di accesso basata sull’ordine di presentazione delle domande o sulle condizioni economiche delle attività, stabilendo dei macrocriteri di attribuzione delle risorse, come l’appartenenza a determinati settori ATECO.

Giuseppe Molteni bando Cantù

«Inutile nascondere la nostra preoccupazione davanti al grande numero di richieste – ha continuato Moltenila situazione è critica ed abbiamo tutta l’intenzione di procedere il più rapidamente possibile ad erogare il contributo finalizzato a sostenere le imprese, consapevoli del fatto che si tratta solo di una piccola boccata di ossigeno in questo momento particolarmente critico».

Un’ampia platea, quindi, ha potuto presentare domanda di sostegno, grazie anche al supporto dell’Ufficio Comunale competente che ha seguito personalmente le procedure, in modo da assicurare il necessario sostegno a tutti i commercianti.

«Come già ricordato, l’Amministrazione Comunale da sempre è schierata fianco a fianco con i suoi commercianti: stiamo letteralmente inseguendo le sempre nuove misure emanate, cercando di individuare le categorie più colpite per assumere decisioni che le sgravino dalle incombenze alle quali devono far fronte. Non è un compito semplice, soprattutto perché i settori in difficoltà si moltiplicano con il semplice trascorrere delle settimane», ha concluso Molteni.

La volontà dell’Amministrazione Comunale è quella di conciliare le nuove misure con quanto concesso dalla normativa vigente, con un solo obiettivo: quello di aiutare, per quanto possibile, i canturini e le loro attività in questo momento così critico.

L’impegno costante, con ogni mezzo a disposizione per favorirne, appunto, la sopravvivenza, la ripresa e l’adattamento al nuovo stile di vita imposto dalle misure anti-contagio, resta un punto fermo sul quale l’Amministrazione continuerà a lavorare incessantemente.