Lavarelli da preservare, la tradizione della spremitura: noi in barca assieme ai pescatori foto segui la diretta

La presa diretta di CiaoComo in Tremezzina, alla ricerca dei lavarelli insieme ai pescatori di Como Alpha ed a Livio De Angeli. Il rito della spremitura per la fecondazione.

La presa diretta di CiaoComo in Tremezzina, sulla barca del pescatore professionista Livio De Angeli insieme all’associazione Pescatori Como Alpha di William Cavadini, per seguire la pesca con le reti dei lavarelli, in modo da portarli all’incubatoio regionale di Fiumelatte, dove le femmine vengono sottoposte, da personale specializzato, a spremitura per la fecondazione. «Questo serve per salvaguardare l’ecosistema del lago e la specie dei lavarelli, che negli ultimi anni ha sofferto moltissimo per via della siccità. In questo periodo, questi pesci depongono le uova vicino alla riva, e quando il livello del lago si abbassa e la zona di deposizione va in secca, le uova vengono esposte agli eventi atmosferici e muoiono. Un’operazione del genere aiuta e tutela questa specie autoctona a sopravvivere».

Lavarelli, pesca e spremitura in tremezzina

«Dopo un paio d’ore che ha fatto notte tiriamo su le reti, perché i lavarelli sono pesci molto delicati. Tiriamo su due/tre reti per volta, sistemiamo i pesci in alcuni contenitori con acqua e quando sono in numero sufficiente (circa una quarantina) le guardie provinciali provvedono al loro trasferimento all’incubatoio di Fiumelatte».

Lavarelli, pesca e spremitura in tremezzina

«La trasmissione mi è piaciuta molto – ha scritto Enrico Mattioni, in un messaggio rivolto a CiaoComo subito dopo la diretta Facebook – Nel medesimo tempo, sia nei confronti dei pescatori e dei profani, hai fatto vivere la magia del lago d’ inverno, la riscoperta di una tradizione, la finalità dell’ azione di pesca di Livio che porta alla tutela di una specie pregiata del lago, e la pace ritrovata tra dilettanti e professionisti nel momento in cui si usa un pochino di buon senso».

Lavarelli, pesca e spremitura in tremezzina

«Oltretutto gli stessi profani, animalisti ed amanti del catch & realise avranno compreso che a volte il sacrificio di qualche pesce, insieme alla buona volontà di tanti volontari porta a risultati straordinari in termini di ripristino e tutela di specie pregiate come il lavarello. Con queste trasmissioni, sono sicuro, sarà rivalutata la figura del pescatore davanti a tante persone che non praticano la ns passione. È un peccato che tali trasmissioni abbiano solo un bacino d’utenza locale, ma va bene così lo stesso. Forza e avanti tutta. Bravo Presidente!»

 

E qui il momento del ritiro delle reti dal lago con Livio che ha tolto i lavarelli destinati all’incubatoio di Fiumelatte. E’ stata fatta poche ore la nostra diretta web.

https://fb.watch/2RoYMUBjXA/