Quantcast

Sorpresa nella calza della befana: una scintillante Pool Libertas espugna Siena al tie-break foto

Grande prestazione dei brianzoli trascinati da Motzo. Riscatto dopo 48 ore dal ko di Casnate.

Per la prima volta nella sua storia, il Pool Libertas Cantù  (volley maschile A2) batte la Emma Villas Aubay Siena, al tie-break dopo più di due ore di match. Mattatore ancora Matheus Motzo, con 34 punti totali e il 52% in attacco. Grande riscatto dopo la sconfitta di domenica sera a Casnate per 3-0.

pool libertas cantù volley maschile vittoria siena tie-break esultanza e foto partita

Coach Matteo Battocchio schiera in regia Riccardo Regattieri, con Matheus Motzo opposto, Matteo Bertoli e Romolo Mariano schiacciatori ma non al top della forma, Dario Monguzzi e Federico Mazza centrali, e Luca Butti libero. Coach Alessandro Spanakis risponde con Filippo Ciulli al palleggio, Yuri Romanò opposto, Dore Della Lunga e Igor Yudin in banda, Rocco Barone e Matteo Zamagni centrali, e Pasquale Fusco libero.

 

pool libertas cantù volley maschile vittoria siena tie-break esultanza e foto partita

 

Il primo set inizia a strappi, con il Pool Libertas che prova a scappare e la Emma Villas Aubay a recuperare ogni volta. Due muri consecutivi su Romanò e due attacchi di Motzo costringono Coach Spanakis a fermare il gioco (7-11). E’ un altro attacco dell’opposto sardo a far segnare il +5 ospite (10-15). In questo momento inizia la rimonta senese, che costringe Coach Battocchio a fermare il gioco a sua volta arrivati al minimo scarto (15-16). Al rientro in campo Cantù riprende a macinare gioco e torna avanti (17-20). Romanò guida la carica e Siena torna sotto (20-21). Altro strappo canturino, e Coach Spanakis è costretto a chiamare il suo secondo time-out (20-23). Al rientro in campo ci pensa Motzo a chiudere il parziale (21-25).

I primi sei punti del secondo set portano la firma di Romanò, che, con ben tre ace di fila, costringe Coach Battocchio a fermare subito il gioco (6-2). Il Pool Libertas si scuote e torna sotto (7-6), ma un muro di Zamagni su Monguzzi rilancia Siena (9-6). I canturini non mollano, e la parità arriva a quota 10 con un attacco confermato out dal videocheck di Yudin. Due errori di Romanò rilanciano l’azione di Cantù (13-15), e Motzo mette a terra l’attacco del +3 (16-19). L’ingresso di Della Volpe scuote i toscani, che tornano sotto costringendo Coach Battocchio a chiamare il suo secondo time-out (21-22). Un ace della new entry Panciocco ed è parità a quota 23. Romanò risponde a Bertoli e si va ai vantaggi, risolti da Motzo e Mariano (24-26).

Il terzo set inizia con un Della Volpe sugli scudi e lancia i suoi sul +4 (6-2). Il Pool Libertas lotta su ogni palla, prova a tornare sotto (11-9), ma i troppi errori pesano e costringono Coach Battocchio a fermare il gioco (16-11). Mariano guida la carica, e Cantù torna sotto, costringendo Coach Spanakis a chiamare time-out (18-16). Al rientro in campo Della Volpe mura Motzo, e Coach Battocchio vuole parlarci su (20-16). Motzo rilancia l’azione, e i canturini tornano sotto (21-19), ma un ace di Romanò ristabilisce le distanze (23-19). Della Volpe fa e disfa, Motzo continua a martellare, ma è Romanò che mette a terra la palla del set (25-22).

Nel quarto set il Pool Libertas ritrova il suo gioco e si lancia 3-6. Tre errori in attacco da parte dei canturini e due muri dei senesi, e il punteggio è ribaltato con un parziale di 6-0 (9-6). Motzo e Monguzzi permettono il rientro (10-9). Motzo risponde a Romanò e si continua così fino alla parità a quota 15 siglata da Bertoli. Romanò, aiutato da qualche errore da parte dei canturini, rilancia i suoi (20-15). E’ lo strappo decisivo: alla Emma Villas Aubay basta gestire il vantaggio, e chiude un attacco fuori di Galliani (25-16).

Nel quinto set il Pool Libertas entra in campo concentrata, e un ace di Motzo segna il 1-6. Galliani manda tutti al cambio campo (2-8), e con un muro su Romanò segna il massimo vantaggio esterno (4-11). Della Volpe prova a far riavvicinare i suoi (7-12), ma un attacco out di Romanò consegna set e partita a Cantù (7-15).

Queste le parole di Coach Battocchio a fine partita: “Questa vittoria ci voleva proprio, sono molto commento. Siamo stati anche fortunati a trovare delle situazioni che ci hanno avvantaggiato, ma va bene dato che finora abbiamo avuto ben poca fortuna, quindi la prendiamo volentieri. La cosa più importante è che io sono debitore verso questi ragazzi perché quello che hanno e che stanno dimostrando in queste partite è qualcosa di speciale. Purtroppo quando non arrivano i risultati queste parole sembrano sempre parole ridonanti, invece oggi si sono battuti molto, soprattutto nel secondo set, quello che mi è piaciuto di più. Nelle condizioni psicologiche in cui eravamo forse era più facile perderlo che vincerlo, perché siamo stati ripresi proprio all’ultimo. Siamo stati bravi a rimanere lì e a lottare. Abbiamo sbagliato tanto nel terzo e nel quarto set, forse abbiamo avuto un po’ di fretta, magari per toglierci dalle spalle questo giro di sconfitte, ma questa soddisfazione se la meritano tanto”.

Photo credit: Patrizia Tettamanti