Cernobbio: turismo e cultura è tempo di bilanci foto

Si avvicina la conclusione del 2020, un anno difficile che ha messo tutti a dura prova, ed è tempo di bilanci per il Comune di Cernobbio, in particolare rispetto a due ambiti particolarmente colpiti dalla pandemia Covid-19 e che stanno molto a cuore all’Amministrazione comunale: la cultura e il turismo.

In questo anno particolare e complesso, abbiamo cercato di porre le basi per un cambiamento a lungo termine, a favore di un nuovo modus operandi che coinvolga il tessuto sociale ed economico nel fenomeno turistico e culturale e proiettato verso le nuove tecnologie. Siamo riusciti a sostenerci gli uni con gli altri e ho trovato grande soddisfazione nella collaborazione dimostrata anche dai gruppi di minoranza. In primavera, per l’incertezza generale abbiamo dovuto sospendere tutte le spese per la promozione turistico-culturale e concentrarci sui bisogni sociali; poi grazie ai trasferimenti statali compensativi per l’emergenza Covid-19 è stato possibile riattivare la nostra programmazione cercando anche di sostenere le attività commerciali e produttive. L’ultima variazione di bilancio del 29 dicembre di 411.000,00 euro per i ristori di IMU, COSAP e imposta di soggiorno insieme ai risultati comunque raggiunti nel 2020 ci rinfranca e sostiene nell’affrontare con coraggio e rinnovato entusiasmo le sfide che il prossimo anno ci porteràsottolinea il Sindaco Matteo Monti.

sindaco cernobbio matteo monti e gestione del bar onda di cernobbio

Siamo giunti al termine di un anno difficile, durante il quale abbiamo cercato di sostenere chi si è trovato in difficoltà, dimostrando vicinanza alla cittadinanza tutta, senza dimenticare due ambiti molto importanti per la nostra comunità: la cultura e il turismo. Diverse le proposte culturali organizzate nel corso dell’anno, anche in collaborazione con la nostra Biblioteca Comunale e i cittadini stessi, con l’intento di dare sostegno ad uno dei settori maggiormente colpiti dalla pandemia. Ringrazio l’ufficio cultura, l’infopoint, i professionisti e le associazioni che hanno collaborato nella realizzazione dei programmi proposti dall’Amministrazione comunale” conclude la Vice Sindaco Maria Angela Ferradini.

Sia la stagione estiva sia quella autunnale e invernale sono state infatti molto ricche, nonostante l’emergenza sanitaria in corso. Eventi musicali, rassegne cinematografiche, eccezionali visite guidate presso le Ville locali, attività sportive e per il tempo libero hanno caratterizzato i mesi estivi. In settembre è stato il momento di “Qui c’è Campo”, evento dedicato alla filiera dell’agricoltura e con un occhio alla sostenibilità. Dopo Parolario, svolto in parte in modalità streaming, nel mese di dicembre sono state diverse le proposte natalizie, prevalentemente online, organizzate dal Comune in collaborazione con Cernobbiesi occupati nel settore culturale. Il Museo di Villa Bernasconi, che nei mesi di apertura il Museo ha registrato un numero di visitatori in crescita, ha saputo anch’esso rendersi protagonista, con attività online per l’Avvento e tante altre proposte nel corso dell’anno, come la mostra “Fiori Narrati. Illustratori dell’Art Nouveau in dialogo con Villa Bernasconi” a cura di Elena Franco, direttore artistico di Fondazione Arte Nova, la quale ha curato anche la mostra virtuale e partecipata “Racconti sull’erba”, visibile sul sito e appositamente ideata durante la quarantena obbligatoria.

Durante la stagione turistica 2020 abbiamo costruito un Tavolo di Lavoro per il Marketing Territoriale, coinvolgendo albergatori e rappresentanti delle strutture extra-alberghiere, e la nuova associazione Turismo e Commercio di Cernobbio, sia nell’ideazione di eventi, sia di progetti a lungo termine. Il nostro obiettivo è di costruire una proficua relazione di scambio, in modo che l’Amministrazione possa attuare e supportare azioni che siano effettivamente di utilità e valore per chi ogni giorno si impegna nel mondo dell’accoglienza. Ci stiamo impegnando per migliorare la nostra presenza su questo fronte e siamo disponibili a nuove collaborazioni” conclude l’Assessore al Marketing Territoriale Mario Della Torre.

 

cernobbio turismo

LE NOVITÀ IN AMBITO TURISTICO

Per la stagione 2020 è stata prevista l’apertura prolungata dell’infopoint turistico, gestito dalla cooperativa “Contrada degli Artigiani” e operativo in modalità “smart”, che quindi è tuttora operativo (fino alla festa patronale di San Vincenzo) per seguire le attività natalizie. Si è voluta sperimentare una gestione nuova, in modalità telematica: il servizio è fruibile attraverso telefonate, chat su whatsapp, videochiamate, social media, e-mail. La scelta è stata dettata sia dal voler evitare problematiche relative all’emergenza covid-19, sia per seguire i nuovi trend del settore turistico, creando rete con tutti gli operatori del territorio affinché possano offrire un’accoglienza sempre migliore e sentirsi parte integrante dell’ecosistema turistico.

Si è visto un buon riscontro da parte del pubblico, seppur contenuto numericamente rispetto agli anni passati, e una crescita dei contatti in particolare sui social: la nuova pagina Facebook “Cernobbio Lake Como” ha visto un aumento esponenziale dei “mi piace”, mentre su Instagram c’è stato un aumento dei followers di circa il 50% rispetto ai dati di inizio stagione.

Altro progetto coordinato dall’Infopoint nel 2020 è l’app “Cernobbio Tales”, che conta oltre 200 download e che propone una visita inedita di Cernobbio, attraverso i racconti degli abitanti. Una nuova esperienza di visita che permette di approfondire la conoscenza dei luoghi, in controtendenza con un turismo “mordi e fuggi”, ma anche della comunità locale.

In arrivo un ulteriore aggiornamento che porterà nuovi contenuti, relativi al Giardino della Valle, Piazza Belinzaghi, Spazio Anagramma, Casa Cattaneo e i percorsi “Camminacittà” dell’Ass. Iubilantes, oltre ad un’implementazione dei contenuti relativi a Piazza Castello.

Cernobbio ha anche aderito al portale turistico bilingue mylakecomo.co, dove sono disponibili informazioni pratiche, storiche e culturali relative alla Città di Cernobbio e ad altri borghi lariani che hanno aderito al progetto, con l’intento di dare ai visitatori un portale unico per poter organizzare il proprio soggiorno sul territorio.

Gli esercenti hanno la possibilità di creare sul portale una propria pagina e modulo di contatto con diversi pacchetti dedicati (tutte le informazioni sono disponibili sul sito) e con il 2021 c’è l’intenzione di dare a tutte le attività commerciali la possibilità di inserire gratuitamente una scheda con alcune informazioni essenziali, al fine di dare visibilità e un aiuto a tutto il tessuto economico.conclude Della Torre.

Fra le attività turistiche ricordiamo le visite guidate al parco di Villa Erba, le serate musicali presso hotel, bar e ristoranti e spazi pubblici, la rassegna musicale “La Grande Musica a Cernobbio”, a cura della Fondazione La Società dei Concerti, le “Lake Como Film Nights”, il Festival “Como Città della Musica”. Altra novità che ha avuto grande successo è stata l’apertura al pubblico dell’area dell’ex galoppatoio, garantita dal circolo della Vela, e dove ASD Cernobbio 2010 ha coordinato attività sportive e per il tempo libero organizzate da diverse associazioni.

Per Natale sono state rinnovate le collaborazioni con “Como Città dei Balocchi” e il progetto “Lake Como Christmas Light”.

villa bernasconi

LE PROPOSTE A VILLA BERNASCONI

Nel corso del 2020 Villa Bernasconi ha visto diversi periodi di chiusura dettati dall’emergenza sanitaria, ma nei mesi di apertura il Museo ha registrato un numero di visitatori in crescita. La mostra “Fiori Narrati” è ancora allestita, mentre online ha avuto un grande successo la mostra virtuale “Racconti sull’erba”. Fra le altre attività in presenza, ricordiamo un corso di pittura su seta per adulti e laboratori per bambini nel giardino a cura di Rosanna Pressato dell’Atelier Sinestesie e l’adesione a The Big Draw, festival del designo.

Il Museo è anche stato inserito nel circuito delle “Ville Aperte in Brianza”, progetto che ha portato l’apertura di numerosi luoghi di interesse culturale, artistico, architettonico, normalmente inaccessibili e soprattutto nel circuito “Abbonamento Musei”. Villa Bernasconi ha inoltre ospitato numerosi concerti musicali, tra cui un ricco programma con artisti anche internazionali promosso dalla Fondazione La Società dei Concerti e performance artistiche, oltre che la maggior parte degli appuntamenti nell’ambito di “Qui c’è Campo” e gli eventi in presenza di “Parolario”. Il Museo ha inoltre aderito al ricordo del centenario della nascita di Gianni Rodari e proposto visite diverse e interattive in occasioni particolari, come San Valentino e Halloween. Per la riapertura estiva è stata proposta la nuova esperienza di visita dei “Ladri di storie” supportata dall’omonima app appositamente realizzata.

Nel periodo dell’Avvento sono state proposte varie iniziative online che hanno riscosso successo con oltre 9.000 visualizzazioni su Facebook. Queste le rubriche: “Auguri di Villa”, per raggiungere amici e parenti lontani con biglietti e parole di buon auspicio, “Enigmi di Villa”, giochi enigmistici ispirati a Villa Bernasconi, “Crea con la Villa” per realizzare addobbi per l’Albero di Natale in stile liberty. Un racconto in quattro puntate intitolato “Il Canto di Natale di Villa Bernasconi”, “A tavola durante la Belle Epoque” per una mise en place con stile, “Liberty in cucina”, per riscoprire le ricette di inizio ‘900, “Note nell’aria” per un momento di relax musicale.

A Villa Bernasconi, luogo da sempre accogliente e “casa” dei Cernobbiesi, sono inoltre state organizzate le riprese del quarto videoracconto di Natale, “Esprimi un desiderio”, del “Concerto in Casa” e dell’esecuzione in prima mondiale assoluta del brano “Nanita Nanna”.

Natale 2020 - message in a balcony a Cernobbio

LE PROPOSTE NATALIZIE

Si sono concluse da qualche giorno le proposte natalizie che hanno visto il coinvolgimento dei creativi cernobbiesi che hanno partecipato al bando “Mi prendo cura della cultura”, volto a sostenere il settore culturale cittadino, e organizzate in collaborazione con la Città dei Balocchi di Como e con il Comune di Tremezzina, capofila del progetto “Lake Como Christmas Lights”.

Sono state due le iniziative dal vivo – di tipo musicale – per le vie cittadine, con Sergio Guatterini (tastiera) e Fabio Borghetti (dj). Tutte le altre iniziative sono state realizzate in chiave phygital, con la partecipazione degli artisti ma fruibili online, sul sito www.comune.cernobbio.co.it e sul canale YouTube del Comune di Cernobbio, e contano ad oggi un totale di circa 1600 visualizzazioni. Quattro video racconti natalizi, la mostra fotografica “Luci di Natale” a cura di Daniele Castelnuovo (fotografo e web designer), il “Concerto in Casa” a Villa Bernasconi e la prima mondiale del brano “Nanita Nanna”, entrambi eseguiti dalla pianista Enrica Ciccarelli e dalla soprano Ivanna Speranza, coinvolta eccezionalmente. Celeste Antonella Costanza (costumista e titolare dell’Atelier Celeste), Andrea Belluardo (fumettista e illustratore specializzato in animazioni digitali), Olga Bini (attrice e formatrice teatrale) sono gli altri personaggi coinvolti, in particolare nell’ambito dei video racconti e in attività dedicate agli istituti scolastici.

Con le classi prime delle due Scuole Primarie cernobbiesi è stata organizzata, in collaborazione con infopoint e Ufficio Cultura del Comune e con Olga Bini come narratrice, la lettura interattiva del racconto inedito di Fabio Borghetti “Babbo Smemorino”, durante la quale i bambini hanno partecipato attivamente al racconto interpretandone alcune parti grazie ad un kit consegnato a scuola e potuto salutare Babbo Natale in persona, vestito da Atelier Celeste e con la partecipazione di Omar Franzi. Presso la Scuola Secondaria di Primo Grado è stato invece proposto, sempre in collegamento online, lo spettacolo teatrale “Terra Matta” di Stefano Panzeri in collaborazione con il Teatro Sociale di Como.

L’Amministrazione Comunale si è inoltre impegnata nell’illuminazione di alcuni luoghi strategici della città e ha lanciato un invito particolare: durante il lockdown primaverile alle finestre delle nostre case sono comparsi tanti disegni e messaggi di speranza. Per il Natale, il Comune di Cernobbio ha voluto replicare l’idea in una chiave diversa.

“Il Natale 2020 è senz’altro stato diverso, particolare, più intimo rispetto agli anni scorsi. L’Amministrazione comunale ha voluto portare l’atmosfera natalizia a Cernobbio anche grazie al coinvolgimento della comunità locale. Cittadini, commercianti, istituti scolastici e tutta Cernobbio sono stati invitati a decorare con ghirlande natalizie e messaggi o parole di augurio le proprie case o i propri negozi” ricorda la Vice Sindaco Maria Angela Ferradini.

La proposta è stata accolta con entusiasmo, tante infatti le decorazioni allestite per le vie cittadine. Fra gli altri, hanno partecipato Villa Pizzo e Villa Erba, diversi istituti scolastici, ma anche negozi, ristoranti e hotel. Sono state scelte poesie, frasi d’autore, ma anche singole parole legate ai concetti di resilienza ma anche di una rinnovata spensieratezza: “Fede”, “Nascita”, “Gioia”, “Stupore”, “Brillare”.