Quantcast

Il Como vuole proseguire la striscia positiva, ma attenzione ad un Livorno “arrabbiato” foto

I toscani al SInigaglia dopo la penalizzazione di cinque punti. Gattuso non si fida. In campo alle 15.

Mister Gattuso punta a fare filotto. Ci spera, lo culla in cuor suo, ma ammette che non sarà la cosa più facile e scontata. Sa bene che la gara prenatalizia di domani – ore 15 al Sinigaglia – riveste mille insidie. In particolare perchè l’avversario – il LIvorno – arriva sul Lario dopo la recente e bruciante penalizzazione di cinque punti, da scontarsi nella corrente stagione sportiva.

 

Il Livorno era stato deferito a titolo di responsabilità diretta, a seguito del comportamento di Navarra Rosettano, presidente del consiglio di Amministrazione e legale rappresentante pro-tempore della società, “in ordine al pagamento degli emolumenti relativi alla mensilità di giugno 2020, dovuti a diversi tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, titolari di contratti con compensi annui lordi inferiori ad euro 50.000,00. In particolare, è emerso che la Società ha provveduto al pagamento degli emolumenti netti relativi alla mensilità di giugno 2020 solo in data 2 ottobre 2020, quindi oltre il termine del 30 settembre 2020” e per “il mancato versamento, entro la data del 30 settembre 2020, di quota parte delle ritenute Irpef”.

 

Domani i livornesi al Sinigaglia con la voglia di rimettersi subito in carreggiata. Il Como, da parte sua, torna nel suo stadio (ancora senza tifosi) con il morale alto per il bel successo di domenica a Grosseto e l’idea di chiudere questo ciclo – inziiato con l’esonero di Banchini e la promozione di Gattuso da vice a primo allenatore – in modo positivo. Finora tre vittorie ed un pareggio.