Quantcast

Un defibrillatore alla dogana di Ponte Chiasso nel ricordo della generosità di Dino Butti foto

L'imprenditore è scomparso ad inizio anno: i figli lo hanno voluto ricordare così. Collocato in una zona di grande transito.

Un nuovo – ed importante ospite – alla dogana di Ponte Chiasso: si tratta del defibrillatore fornito da Comocuore e donato dai figli di Dino Butti, fondatore dell’omonima azienda di spedizione, scomparso all’inizio di quest’anno. La cerimonia si è svolta nel pieno rispetto delle direttive anti-Covid davanti all’Ufficio Viaggiatori della sezione operativa territoriale di Ponte Chiasso.

consegna defibrillarore alla dogana di ponte chiasso da parte di comocuore

Il defibrillatore servirà non soltanto al personale che in quegli uffici lavora, ma anche a tutta la collettività. Alla cerimonia di consegna hanno partecipato, oltre ai donatori e ai funzionari dell’Agenzia delle dogane, anche  il vicepresidente di Comocuore, Santo Zerboni, e l’assessore alle Risorse umane e polizia locale del Comune di Como, Elena Negretti.